Categorie

Bandai Namco conferma l’hacking da parte di Ransomware Group

Bandai namco comes under a ransomware attack

La società sta indagando su una potenziale fuga di informazioni personali.

Bandai namco subisce un attacco ransomware

ALPHV, un gruppo di ransomware noto anche come BlackCat, afferma di aver riscattato Bandai Namco. L’editore conferma la violazione e l’hacking di informazioni riservate. Bandai Namco sta attualmente indagando sull’entità della violazione dei dati.

Ieri, vx-underground ha affermato che Bandai Namco è stata l’ultima vittima di un attacco ransomware. Questo account Twitter, descrivendosi come “la più grande raccolta di codice sorgente, campioni e documenti di malware su Internet”, ha condiviso che il gruppo ransomware ALPHV ha rivendicato l’attacco a Bandai Namco. Oggi l’editore conferma l’hack.

“Dopo aver confermato l’accesso non autorizzato, abbiamo adottato misure come il blocco dell’accesso ai server per impedire la diffusione del danno”, afferma la società. “Inoltre, esiste la possibilità che le informazioni sui clienti relative al Toys and Hobby Business nelle regioni asiatiche (escluso il Giappone) siano state incluse nei server e nei PC e attualmente stiamo identificando lo stato dell’esistenza di perdite, la portata del danno , e indagare sulla causa.

“Continueremo a indagare sulla causa di questo incidente e divulgheremo i risultati dell’indagine come appropriato”, aggiunge l’editore. “Lavoreremo anche con organizzazioni esterne per rafforzare la sicurezza in tutto il Gruppo e adottare misure per prevenirne il ripetersi”.

Bandai Namco, l’editore di Anello dell’Elden, Pac-Man, Tekkene molti altri, è l’ultima vittima di un gruppo di ransomware. Il ransomware è un tipo di software dannoso che blocca tutti i file fino a quando la vittima non paga un riscatto. Se la vittima non obbedisce, l’hacker può pubblicare dati personali rubati o bloccare l’accesso a tutti i contenuti compromessi.

Questa non è la prima volta che i principali editori di videogiochi sono vittime di attacchi ransomware. L’anno scorso, CD Projekt Red ha subito un attacco simile. Gli hacker hanno pubblicato il codice sorgente per Cyberpunk 2077 e Il Witcher 3 e sono trapelati i dettagli dei dipendenti.

Bandai Namco sta attualmente indagando sul problema e dovrebbe fornire a breve un aggiornamento sui dati personali violati.

Fonte