Categorie

Blizzard acquisisce Spellbreak Studio Proletariat

WOW Dragonflight

Il vortice Activision-Blizzard ne risucchia un altro

WOW Dragonflight

In un’epoca in cui gli studi vengono acquistati su base apparentemente settimanale, uno dei più grandi successi del settore, Blizzard, è entrato in azione oggi dopo aver annunciato che stanno acquisendo Spezza incantesimi proletariato sviluppatore. L’acquisizione arriva in un momento interessante, considerando che solo ieri il Proletariat aveva annunciato che il loro lavoro su Spellbreak sarebbe terminato con la chiusura dei server del gioco prevista per l’inizio del 2023. L’intento di Blizzard per il team dopo il completamento di l’acquisizione è di arruolare i servizi della squadra per alimentare i fuochi del Mondo di Warcraft bestia.

Proletariat ha oltre 100 sviluppatori sui suoi libri e ognuno di loro presto rivolgerà la propria attenzione a World of Warcraft e all’imminente espansione di Dragonflight che arriverà entro la fine dell’anno. Ovviamente Blizzard, come parte di Activision, presto (in attesa che l’intero processo di acquisizione si svolga senza intoppi) sarà presto nei libri di Microsoft dopo l’annuncio di Microsoft a gennaio che intende acquistare Activision-Blizzard-King e aggiungere alla famiglia di studi Xbox nel 2023. A quanto pare, Proletariat lavora con Blizzard da maggio e forse è stato un rapporto di lavoro di successo qui che ha spinto la discussione sull’acquisizione.

Mike Ybarra, presidente di Blizzard Entertainment, ha dichiarato in una dichiarazione: “Stiamo mettendo i giocatori in prima linea in tutto ciò che facciamo e stiamo lavorando sodo per soddisfare e superare le loro aspettative… Una parte importante della cura dei nostri team è assicurarci di avere le risorse per produrre esperienze che le nostre comunità apprezzeranno, dando al tempo stesso ai nostri team lo spazio per esplorare opportunità ancora più creative all’interno dei loro progetti. Proletariat è perfetto per supportare la missione di Blizzard nel portare più spesso contenuti di alta qualità ai nostri giocatori”.

World of WarCraft: Dragonflight dovrebbe essere lanciato entro la fine dell’anno, e l’esperienza di Proletariat su altri MMORPG come Chiamata di Asheron, Il Signore degli Anelli Onlinee Dungeons & Dragons in lineaè destinato a essere di beneficio per Blizzard.

Fonte