Categorie

Bungie non rimuove più le espansioni di Destiny 2 per cui le persone hanno pagato

Bungie non rimuove più le espansioni di Destiny 2 per cui le persone hanno pagato

Sulla scia dell’annuncio di Destiny 2: Lightfall di ieri, Bungie ha confermato che non rimuoverà altre espansioni dallo sparatutto online. Questo grazie al lavoro svolto sul motore del gioco per garantire che la tecnologia dietro le quinte “durerà per molti, molti anni a venire”.

Lo sviluppatore afferma che Destiny 2 non andrà da nessuna parte – un altro DLC in arrivo The Final Shape è l’ultimo nell’attuale era di Destiny – e quindi questi miglioramenti del motore assicurano che i contenuti attuali siano ancora giocabili in un lontano futuro. Il direttore generale Justin Truman ha aggiunto: “Vogliamo che l’universo di Destiny cresca e continueremo a fare tutto il possibile dietro le quinte per mantenerlo possibile all’interno del nostro motore di gioco”.

Negli ultimi anni, Bungie ha rimosso una serie di DLC a pagamento, rendendoli non più giocabili a nessuno, perché il gioco è cresciuto fino al punto in cui era difficile implementare nuovi contenuti. Di conseguenza, la campagna della Guerra Rossa, Warmind, Curse of Osiris e I Rinnegati sono stati tutti inseriti nel deposito dei contenuti di Destiny. Anche una serie di luoghi, incursioni e attività sono state eliminate dal gioco.

Tuttavia, questo è il massimo della rimozione di contenuti, poiché Bungie si impegna a mantenere Shadowkeep, Beyond Light e The Witch Queen giocabili per sempre. Lo sviluppatore non ha rivelato se le campagne e le attività ancora in Destiny Content Vault verranno ripristinate o meno. Vale anche la pena sottolineare che Bungie non ha commentato se anche i contenuti stagionali rimarranno per sempre. Questo è stato tradizionalmente rimosso al momento di una nuova versione di espansione.