Categorie

Deathloop aggiunge la modalità foto, più opzioni di accessibilità nel terzo aggiornamento

Deathloop aggiunge la modalità foto, più opzioni di accessibilità nel terzo aggiornamento


Il prossimo grande aggiornamento di Deathloop riguarda le nuove funzionalità e il lavoro svolto sotto il cofano come la modalità foto e una serie di nuove opzioni di accessibilità vengono aggiunte all’esclusiva console PlayStation 5. Con la patch disponibile per il download ora, puoi anche riscattare alcuni avatar PS5 di Deathloop gratuiti mentre aspetti che sia fatto.

I codici sono i seguenti e non è necessario possedere il gioco per rivendicarli:

  • SIEA (Nord America, Sud America) — 7673-6HNN-K887
  • SIEE (Europa, Africa, Medio Oriente, Oceania) — 3XF7-QANX-CJ6A
  • SIEJ (Giappone) – QQH5-75NA-3TBP
  • TU Asia (Asia) — KB3H-FQNJ-5BCT
  • SICK (Corea del Sud) – AN6J-FGNM-CCH7

La modalità foto sarà per molti il ​​momento clou del terzo importante aggiornamento di Deathloop, con la possibilità di scattare istantanee di gioco disponibili in modalità giocatore singolo. Sarai in grado di applicare vari filtri, posizionare Colt e Julianna in pose diverse e scambiare le loro armi e abiti. Il direttore dello studio Dinga Bakaba ha affermato che la modalità foto è stata una delle funzionalità più richieste dalla comunità di Deathloop. “Vedendo come i fotografi virtuali sono stati in grado di realizzare scatti incredibili nei nostri mondi senza uno, non possiamo essere più entusiasti di potenziare l’intera comunità con questi strumenti”.

La patch introduce anche più di 30 opzioni di accessibilità migliorate e nuove di zecca, tra cui un dispositivo di scorrimento per regolare la difficoltà di combattimento, la possibilità di rallentare la velocità di gioco e nuove opzioni HUD e sottotitoli. Ora puoi anche navigare nei menu usando il D-Pad invece del cursore in stile Destiny.

Sul PlayStation Blog, il lead designer dell’interfaccia utente/UX Yoann Bazoge ha spiegato che oltre 400 milioni di giocatori si affidano a una qualche forma di opzione di accessibilità. “Sono molte le persone che possono sentirsi escluse senza alcune di queste opzioni. Quando abbiamo iniziato a discuterne con i nostri team, le persone erano molto motivate all’idea di sviluppare tutto questo”.