Categorie

Delineata la pluripremiata suite per l’accessibilità di The Last of Us PS5 Remake

Delineata la pluripremiata suite per l'accessibilità di The Last of Us PS5 Remake


The Last of Us 2 si è rivelato uno spartiacque per l’accessibilità nei videogiochi e il remake di Naughty Dog di The Last of Us si baserà sugli sforzi pluripremiati dello sviluppatore. “Ci aspettiamo che questa sia un’esperienza accessibile per i giocatori ciechi, per i giocatori sordi, per i giocatori con esigenze di accessibilità motoria”, ha spiegato il direttore del gioco Matthew Gallant.

Una delle maggiori innovazioni questa volta sono le descrizioni audio per le sequenze cinematografiche. “Abbiamo collaborato con Descriptive Video Works, un servizio professionale il cui background è TV, film e trailer di videogiochi, e lo abbiamo integrato nei filmati e in tutte le nostre lingue localizzate”, ha continuato Gallant. Puoi vedere una dimostrazione nel trailer incorporato di seguito.

Naughty Dog sta anche innovando con il feedback tattile del controller DualSense. “[There’s] una funzione che riproduce i dialoghi attraverso il controller DualSense di PS5 come feedback tattile”, ha continuato Gallant. “In questo modo un giocatore sordo può sentire il modo in cui viene pronunciata una battuta, può sentire l’enfasi, insieme ai sottotitoli per dare un’idea di come viene pronunciata quella battuta”.

È tutta roba piuttosto innovativa e puoi trovare un elenco completo di tutte le opzioni e passare attraverso il collegamento. Senza dubbio Naughty Dog vincerà di nuovo premi per i suoi sforzi, ed è importante ricordare che questa è un’iniziativa a livello aziendale di Sony, poiché si sforza di esplorare più modi per rendere i giochi più accessibili a tutti.