Categorie

Gli sviluppatori di Salt e Sacrifice discutono della creatività del multigiocatore Soulslike

Gli sviluppatori di Salt e Sacrifice discutono della creatività del multigiocatore Soulslike

Chi non ama un grande gioco Soulslike?

Sale e sacrificio è l’ultima versione di Devoured Studios e porta il genere “Soulslike” in 2D in un’avventura in stile metroidvania. Ma l’estetica e i boss non sono le uniche fonti di ispirazione per Ska Studios e il sistema PvP dei giochi Soulslike ha la sua magia.

In un recente post sul blog di Sony, gli sviluppatori hanno avuto la possibilità di discutere Sale e sacrificio e loda anche i giochi e le meccaniche che hanno ispirato il loro nuovo titolo. Nonostante sia 2D, il PvP è una funzionalità pianificata per il gioco al suo lancio.

In Anime scure, i giocatori adottano una fazione e usano oggetti specifici relativi a quella fazione per invadere i mondi di altri giocatori. Questo introduce perfettamente il PvP in un modo che è amichevole e accessibile. È questo sistema di fazioni che ha ispirato Sale e sacrificio con il gioco con le proprie fazioni PvP.

James Silva, il co-proprietario di Devoured Studios, ha discusso le sue impressioni sul PvP in Sale e sacrificio dopo un recente test di rete. Questo test ha permesso loro di osservare e giocare contro le build e le strategie uniche offerte da una comunità PvP diversificata.

“Shane ed io siamo ovviamente entrambi fan di lunga data di Soulslike e conoscevamo quel particolare tipo di magia: le alleanze frettolose con estranei, i gesti strani, la dedizione alla moda piuttosto che alla funzione, le nuove combo di armi e le strategie risultanti da ore di investimento verso percorsi di costruzione diversi: non era qualcosa che probabilmente avremmo trovato nel mezzo dello sviluppo. Anche con centinaia di ore di test interni, giocavamo sempre solo con la stessa manciata di persone. Quindi questo test di rete, mentre è anche una fantastica fonte di informazioni su equilibrio, flusso, matchmaking e problemi tecnici, è stata anche la prima volta che abbiamo potuto legittimamente impegnarci in buffonate online con persone a caso. In altre parole: finalmente sperimenta quella magia Soulslike che stavamo costruendo da quando abbiamo iniziato a lavorare sul gioco. “

Giacomo Silva

Fonte