Categorie

Gli sviluppatori dovrebbero avere più facilità a trasferire i loro giochi su PSVR2

Gli sviluppatori dovrebbero avere più facilità a trasferire i loro giochi su PSVR2

Il lancio di PSVR2 è previsto per l’inizio del 2023 e, man mano che il tempo stabilito si avvicina, impariamo sempre di più sulla prossima incursione di Sony nella realtà virtuale.

Ad esempio, Yasuo Takahashi e Kenjo Akiyama di Sony Interactive Entertainment hanno parlato alla CEDEC (Computer Entertainment Developers Conference) la scorsa settimana. Hanno evidenziato diverse funzionalità che conoscevamo, inclusa la modalità See-Through View e quei nuovi fantasiosi controller. Tuttavia, hanno anche parlato della facilità di porting dei giochi PlayStation, sia da altre piattaforme VR che da giochi esistenti sviluppati per PS5.

Lo sviluppo del gioco per PSVR2 utilizza lo stesso SDK (Software Development Kit) della PS5, il che significa che il processo di porting dei giochi dovrebbe essere relativamente semplice… almeno, rispetto alla natura complessa dello sviluppatore di giochi!

PSVR2 includerà anche il supporto per Unity e Unreal Engine, due dei motori più popolari utilizzati nello sviluppo di giochi. Inoltre, un’interfaccia del controller standardizzata e il posizionamento dei pulsanti dovrebbero facilitare il complicato processo di adattamento dei giochi di altre piattaforme VR.

Il rendering sarà migliorato grazie alla GPU di PSVR2, che presenta la Flexible Scale Rasterization (FSR), che consente di modificare liberamente la densità dei pixel al volo e aumentare la densità dei pixel in base a dove sta guardando il giocatore.

Saranno inoltre disponibili strumenti per l’ambiente di sviluppo e applicazioni come VR Trace aiuteranno i team a diagnosticare automaticamente i problemi nei giochi ed evidenziare il problema utilizzando l’acquisizione e la riproduzione. Un altro, chiamato Comfort Sample, consentirà agli sviluppatori di sperimentare un orizzonte di gioco non corrispondente al mondo reale o da problemi causati da un campo visivo errato. Questo strumento include anche un quiz che può aiutare a insegnare agli sviluppatori quali bug causano problemi specifici, il che sembra piuttosto divertente.

In sintesi, sembra che la tecnologia dietro PSVR2 abbia fatto molta strada e molte cose diverse sono state fatte per garantire che il processo di transizione dei giochi di altre piattaforme all’ultimo Sony sia il più semplice e fluido possibile.

PSVR2 sarà giocabile per la prima volta al TGS, quindi per chi ha la fortuna di andare, provaci e facci sapere cosa ne pensi!