Categorie

God of War Ragnarok è “ancora in pista per novembre”, il gioco è “enorme”

God of War Ragnarok è "ancora in pista per novembre", il gioco è "enorme"

Il giornalista di Bloomberg Jason Schreier ha rassicurato i fan di God of War sul fatto che il sequel del successo del 2018 di Santa Monica Studio è ancora sulla buona strada per uscire a novembre. In un post su ResetEra, afferma che il gioco dovrebbe essere lanciato a novembre “a partire da questa settimana” e il team dietro di esso è “piuttosto eccitato”.

Dopo aver parlato con le fonti, Schreier spiega: “Posso dire definitivamente che c’era una data di uscita/annuncio di preordine pianificato per ieri. È stato urtato ad un certo punto la scorsa settimana. Non so perché”. Apparentemente, la speculazione indica che il ritardo è dovuto alla recente decisione Roe v Wade negli Stati Uniti. Sony ha ritardato i suoi annunci ed eventi in passato a causa di eventi della vita reale, con il suo primo showcase per PS5 nel 2020 rimandato a causa delle proteste di Black Lives Matter in quel momento.

Lo scrittore prosegue poi dicendo che poiché Sony ha cercato di mantenere i suoi segreti molto vicini al petto, molti dipendenti del Santa Monica Studio non sono stati nemmeno informati dei piani iniziali dell’azienda per confermare una data di uscita ieri. Anche se si dice che coloro che lavorano al titolo siano di buon umore riguardo al sequel. “Le persone che ci lavorano dicono che è enorme e sembrano essere piuttosto entusiaste. Mi ricorda il brusio che sentivo prima di quello del 2018”, ha detto Schreier.

Essendo uno dei giornalisti più affidabili del settore, il post di Schreier sarà una gradita notizia per gli appassionati di God of War Ragnarok poiché non sembra che il gioco sarà posticipato nel 2023 al momento della scrittura. Il post arriva dopo che Tom Henderson ha suggerito per la prima volta che ieri era il giorno della presentazione della data di lancio del gioco e della rivelazione dell’edizione da collezione.

Poi è venuto fuori che i “fan” di God of War stavano inviando nudi non richiesti ai dipendenti dello studio per cercare di ottenere la data di uscita da loro. “Non posso credere di doverlo dire, ma non mandare fottutamente foto a nessuno in questa squadra, oa chiunque altro in questo settore. Si stanno rompendo il culo per farne un po’[thing] per farti divertire. Mostra un fottuto rispetto”, ha detto Cory Barlog in risposta.