Categorie

Hands On: Crisis Core è una reunion di benvenuto con Final Fantasy VII

Hands On: Crisis Core è una reunion di benvenuto con Final Fantasy VII

Sono già passati quasi due anni e mezzo da quando Square Enix ha reinventato la storia del suo classico JRPG del 1997 Final Fantasy VII e non vediamo l’ora di vedere cosa ha in serbo l’editore giapponese. Final Fantasy VII Rebirth fornirà queste risposte il prossimo inverno, ma per anticiparci fino ad allora, Crisis Core: Final Fantasy VII Reunion rappresenta un gradito rimpiazzo. La memorabile storia secondaria per PSP è stata rimasterizzata per PS5 e PS4 e promette di essere un’altra avventura goffa, campy e divertente.

Una demo molto breve ma ricca di azione ci presenta Zack mentre si fa strada attraverso il primo capitolo del gioco. È un sistema di combattimento che sembra familiare per certi versi, ma completamente diverso per altri. Proprio come Final Fantasy VII Remake, non ci sono turni qui. Lancerai la tua spada con i pulsanti frontali e poi attiverai i tuoi poteri elementali attraverso combinazioni di pulsanti. Non ci vorrà molto ai fan del remake del 2020 per aggiornarsi, ma ci sono alcune differenze chiave da notare.

Nell’angolo in alto a sinistra, una sorta di slot machine con numeri e immagini di personaggi scorre all’infinito. Si chiama Digital Mind Wave e se atterra su numeri specifici o abbina lo stesso personaggio tre volte di seguito, Materia si potenzia, Zack può essere curato o altri attacchi migliorano. Essendo un nuovo arrivato in Crisis Core, la funzione aveva un disperato bisogno di un tutorial, ma non sembra far parte del primo capitolo del gioco.

Crisis Core è una reunion di benvenuto con Final Fantasy VII Hands On 2Crisis Core è una reunion di benvenuto con Final Fantasy VII Hands On 3

Pertanto, ci siamo concentrati sull’utilizzo di MP e AP durante le battaglie per sopravvivere. Se il sistema Digital Mind Wave ha attivato un vantaggio positivo per noi, eravamo sicuri di usarlo non appena il messaggio è apparso sullo schermo. Tuttavia, molti attacchi appariscenti e potenti sono stati originati dalla meccanica, quindi è apparentemente vitale per la progressione. Forse il tutorial era solo dall’altra parte della demo a cui abbiamo giocato.

Il primo capitolo ti vede combattere i soliti mostri e soldati che incontreresti in un titolo di Final Fantasy, ma poi c’è anche una battaglia contro Ifrit. È qui che il sistema di combattimento introduce una maggiore complessità con punti deboli di cui tenere conto e una fase di carica interrompibile per i nemici. In vari momenti durante un combattimento, il gioco ti avviserà del nemico che carica un potente attacco. Se infliggi abbastanza danni durante questa fase, indebolirai effettivamente l’attacco. Più danni infliggi, meno subirai una volta che il nemico sarà pronto a scatenarsi. È una piccola caratteristica che ti tiene all’erta, permettendoti di ridurre la quantità di HP che stai per perdere.

Crisis Core è una reunion di benvenuto con Final Fantasy VII Hands On 4Crisis Core è una reunion di benvenuto con Final Fantasy VII Hands On 5Crisis Core è una reunion di benvenuto con Final Fantasy VII Hands On 6Crisis Core è una reunion di benvenuto con Final Fantasy VII Hands On 7

Graficamente, Crisis Core non può competere con Final Fantasy VII Remake Intergrade su PS5, ma sembra comunque carino per un titolo PSP rimasterizzato. Gli ambienti scoppiano e brillano, e così anche i nemici. In linea con lo schema di controllo del precedente remake di Square Enix, non ci sono richieste di pulsanti insolite di cui tenere conto o qualsiasi imbarazzante onboarding. Pertanto, sembra che Crisis Core passerà senza intoppi dal primo dispositivo portatile di Sony al grande schermo il 13 dicembre 2022. Mentre Square Enix prepara la sua prossima svolta nella storia di Final Fantasy VII, questo remaster apparentemente fedele dovrebbe soddisfare i fan e i nuovi arrivati nello stesso modo.

Giocherai a Crisis Core: Final Fantasy VII Reunion a dicembre? Fateci sapere nei commenti qui sotto.