Categorie

Hands On: The DioField Chronicle è un po’ noioso, ma potrebbe comunque essere un gioco di ruolo strategico speciale

Hands On: The DioField Chronicle è un po' noioso, ma potrebbe comunque essere un gioco di ruolo strategico speciale

Quando The DioField Chronicle è stato annunciato per la prima volta, dobbiamo ammettere che il suo trailer di debutto non ci ha lasciato impressionati. Che ci crediate o no, i dialoghi fuori contesto schiaffeggiati su tagli di gioco dall’aspetto stravagante non sono il modo migliore per vendere un progetto. Per fortuna, Square Enix ha fatto la mossa giusta dando al gioco una lunga demo giocabile prima della sua uscita il 22 settembre. Detta demo è ora disponibile su PS5 e PS4 e, dopo aver giocato per tutto, siamo felici di riferire che abbiamo fatto un completo 180 sul progetto.

Questo è un gioco di ruolo strategico in tempo reale, con una storia guidata da un cast di personaggi molto inglesi e un sacco di intrighi politici. La demo copre diverse missioni chiave negli orari di apertura del gioco e speriamo che questa sia solo la punta dell’iceberg. C’è un livello di raffinatezza e sicurezza in The DioField Chronicle che non associ necessariamente all’output AA di Square Enix: è chiaro che è stata pensata molto per creare questo mondo fantastico dilaniato dalla guerra.

La demo di DioField Chronicle 20220810180732La demo di DioField Chronicle 20220810181248La demo di DioField Chronicle 20220810181106

Come allude il titolo di questo articolo, tuttavia, il gioco a volte sembra un po’ noioso. Forse è il dialogo per lo più privo di emozioni – completo di un doppiaggio incredibilmente calmo e raccolto – o forse è la tavolozza dei colori del titolo, che è piena di grigi scuri e blu lunatici. È difficile dirlo con certezza, ma finora sembra tutto molto arido, al punto che alcune persone potrebbero ritrovarsi a sonnecchiare tra i discorsi dell’ultima conquista politica di Lord William Hende.

I nomi, tra l’altro. Ha quella qualità di gioco di ruolo giapponese recentemente rivitalizzata in cui ogni personaggio ha un nome che in qualche modo suona più britannico o nordeuropeo rispetto ai nomi britannici o nordeuropei reali. Andrias Rhondarson, Fredret Lester, Izelair Wigan, Iscarion Colchester e Waltaquin Redditch sono i membri principali del tuo gruppo nella demo. Maledetto inferno!

Snark a parte, ci piacciono molto questi personaggi. La scrittura può essere fiorita: cos’altro ti aspettavi da un gioco chiamato The DioField Chronicle? – ma fa un buon lavoro nel trasmettere la personalità di ogni personaggio senza farli parlare continuamente delle loro motivazioni. C’è una sfumatura nella sceneggiatura che è abbastanza rinfrescante.

La demo di DioField Chronicle 20220810185523La demo di DioField Chronicle 20220810190434La demo di DioField Chronicle 20220810183120

Ok, che dire della strategia in tempo reale? Bene, la demo non va troppo in profondità – immaginiamo che la versione completa sarà piuttosto lenta – ma ci siamo goduti il ​​nostro tempo sul campo di battaglia. L’interfaccia utente è fortunatamente semplice e le battaglie si muovono a un ritmo che non travolge. Aiuta anche a mettere in pausa il tempo quando scegli un’abilità o un oggetto da usare, il che ti dà un buon senso di controllo generale.

Ci sono cose come le classi dei personaggi e i punti di forza individuali da considerare, ma in generale, la demo sembra martellare le basi; non circondarti, posiziona le tue unità per massimizzare la loro efficacia e fai buon uso delle tue abilità. Supponiamo che il sistema di combattimento sia in realtà abbastanza semplice: ci ricorda qualcosa del genere Emblema del fuoco in termini di accessibilità, ma la promessa di una maggiore profondità è ciò che ci ha entusiasmato per il gioco completo.

La demo di DioField Chronicle 20220810185523

Il processo di far salire di livello i tuoi personaggi e sbloccare nuove abilità ci ha già agganciato. Va detto che il gioco ha dei menu ben progettati e dall’aspetto gradevole, il che è fantastico dal momento che trascorrerai un bel po’ di tempo guardando gli alberi delle abilità e soppesando ogni opzione di aggiornamento. E, data la potenza delle abilità che potrai sbloccare in seguito, siamo quasi convinti che il sistema di battaglia fiorirà davvero quando i tuoi personaggi saranno adeguatamente equipaggiati.

Ovviamente tutto dipende da quanto è lungo il gioco e da quanto può essere tatticamente coinvolgente durante un intero playthrough, ma The DioField Chronicle ha il potenziale per essere un gioco di ruolo strategico sorprendentemente speciale. Vale la pena tenere d’occhio e vale la pena provare la demo di persona.

Hai provato la demo di The DioField Chronicle? Raduna le tue truppe e porta i tuoi pensieri nella sezione commenti qui sotto.