Categorie

Hangar 13 affronta licenziamenti mentre lo sviluppo si sposta verso più mafia

Hangar 13 affronta licenziamenti mentre lo sviluppo si sposta verso più mafia

Hangar 13, lo studio di sviluppo famoso per la serie Mafia, ha recentemente subito l’ennesimo licenziamento del personale.

Come riportato da Kotaku, lo studio, che è distribuito in tre sedi, perderà altri 50 membri dello staff. Ciò segue le recenti dimissioni del capo dello studio Haden Blackman, così come altre perdite di posti di lavoro alla fine dello scorso anno. Fu in quel periodo che l’editore 2K cancellò il nuovo principale gioco del team, secondo quanto riferito uno sparatutto cooperativo con nome in codice Volt.

Quando Mafia III è stato spedito nel 2016, l’Hangar 13 era composto da circa 200 dipendenti; a seguito di questi nuovi licenziamenti, il personale sarà di circa 40. Secondo Kotaku, coloro che rimarranno lavoreranno a un nuovo gioco mafioso – che si dice sia un prequel – così come a un revival del franchise di tennis Top Spin.

In una dichiarazione sui licenziamenti, 2K assicura di essere “pienamente impegnata per il futuro dell’Hangar 13 mentre lo studio attraversa un periodo di transizione impegnativo ma alla fine promettente”. L’editore afferma che aiuterà “i dipendenti interessati a trovare loro nuovi ruoli in altri progetti e team in 2K e fornirà pieno supporto a coloro che non possono essere ridistribuiti, collegandoli con reti e risorse del settore per trovare nuove opportunità al di fuori di 2K” .

Vorremmo augurare il meglio a tutti coloro che sono stati colpiti dai licenziamenti in quello che è stato chiaramente un periodo tumultuoso.