Categorie

Il presidente di Square Enix è ancora interessato agli NFT

Square Enix

Raddoppiare non sembra il gioco.

Square Enix

A gennaio, il presidente di Square Enix Yosuke Matsuda ha deciso di dare fuoco a Internet rivendicando un interesse per gli NFT e tutte le cose blockchain. Come previsto, la risposta alla sua lunga lettera sul futuro dell’azienda è stata estremamente negativa, con molti che hanno sottolineato la strana distinzione di Matsuda tra “giocatori seri” e coloro che “giocano per divertirsi”. Nonostante le continue proteste contro l’adozione di Square Enix in questa direzione polarizzante, sembra che il presidente non abbia cambiato idea. Peggio ancora, sembra ancora più entusiasta dei titoli play-to-earn.

In una nuova intervista con Yahoo Japan, Matsuda discute di come le cose devono cambiare affinché Square Enix possa sopravvivere in futuro. “In futuro, vorremmo provare a fornire ‘contenuti di gioco autonomi'”, ha affermato Matsuda. In precedenza, il dirigente ha affermato che Square Enix potrebbe potenzialmente creare la propria criptovaluta.

“Finora, nella maggior parte dei giochi, fornivamo il contenuto come prodotto finito e i giocatori giocavano a quel contenuto”, continua. “C’è però un certo numero di giocatori nel mondo che vogliono contribuire a rendere i giochi più interessanti, creando nuove ambientazioni e modalità di gioco.

Se, invece di fare affidamento sulla buona volontà, possiamo anche fornire incentivi a chi contribuisce allo sviluppo utilizzando tecnologie come la blockchain, esiste la possibilità che dalle idee degli utenti si possano creare contenuti innovativi e interessanti”.

Nella lettera di gennaio di Matsuda, ha discusso della sua convinzione potenzialmente fuorviante che i giochi blockchain possano “avere il potenziale per consentire una crescita del gioco autosufficiente” utilizzando il concetto in gran parte antipatico “gioca per guadagnare”.

Nonostante i piani impopolari del presidente, Square Enix ha visto un aumento dell’8% del prezzo delle sue azioni subito dopo la pubblicazione della lettera tre mesi fa.

Uno dei migliori risposte ai piani del dirigente proveniva dal consulente e game designer Brandon Sheffield.

“Tra tutte le grossolanità di tutta questa lettera, e anche di questa citazione, ciò che mi fa venire è l’idea che le persone che giocano per divertirsi sono solo ‘attualmente’ la maggioranza, e l’implicazione che cambiarlo sia una buona idea”.

Tuttavia, non tutte le idee recenti di Square Enix sono terribili: la società ha annunciato l’interesse a realizzare più remake HD-2D in futuro.

Fonte