Categorie

Il prossimo aggiornamento per Genshin Impact colpisce un ritardo

Genshin Impact
Genshin Impact

Il nuovo aggiornamento per Genshin Impact ha incontrato un po ‘di blocco stradale e sarà ritardato, è stato annunciato. In un tweet condiviso in precedenza sull’ufficialità Genshin Impact Account Twitter, gli sviluppatori citano “l’avanzamento del progetto” come motivo principale del blocco dell’aggiornamento 2.7.

Originariamente previsto per il rilascio tra un paio di settimane il 10 maggio, l’aggiornamento verrà ora posticipato a una data non ancora annunciata. La speculazione sulle ragioni del ritardo si riduce principalmente ai problemi attualmente affrontati a Shanghai, dove Genshin Impact ha sede lo sviluppatore Hoyoverse. La città sta vivendo ulteriori ondate di Covid-19 e, di conseguenza, Shanghai è stata nuovamente bloccata dall’inizio di questo mese mentre cercano di rimettere le cose sotto controllo.

Gli sviluppatori hanno dato seguito al loro tweet iniziale rassicurando i giocatori che stanno facendo del loro meglio in questo momento.

La reazione online alle notizie di oggi è stata comprensibilmente comprensiva, dati i problemi più ampi che lo studio sta probabilmente affrontando nel tentativo di lavorare da remoto mentre cercava di lanciare il prossimo aggiornamento. Ovviamente è una situazione molto difficile a Shanghai in questo momento, quindi è davvero positivo vedere il più ampio Genshin Impact comunità che risponde in modo così comprensivo. Si spera che l’aggiornamento 2.7 arrivi prima piuttosto che dopo, ma ovviamente la priorità per coloro che lavorano in Hoyoverse è la salute e la sicurezza di tutti i membri del team.

Per ora, i giocatori possono continuare a giocare con l’attuale patch 2.6, intitolata “Zephyr of the Violet Garden”, che ha portato il leader del clan Kamisato, Kamisato Ayato, in Genshin Impact insieme a una nuova regione e una nuova Archon Quest.

Genshin Impact è ora disponibile ed è disponibile su PlayStation 5, PlayStation 4, Nintendo Switch, PC e dispositivi mobili.

Fonte