Categorie

Il regista di Avatar confronta i sequel con… Il Signore degli Anelli?

Il regista di Avatar confronta i sequel con... Il Signore degli Anelli?

Ti piacerebbe pensare che il mondo dei film e dei programmi TV sarebbe in qualche modo prevedibile in termini di cosa è un successo e cosa non lo è. Ma purtroppo non è così. A volte le cose sono DAVVERO imprevedibili in termini di cosa funziona e cosa no. Ad esempio, qualcuno si aspettava Il veloce e il furioso serie per andare 11 film principali e uno spin-off? Esattamente. Un’altra sorpresa però è stata l’originale Avatar film di James Cameron.

Questo film uscito nel lontano 2009 doveva essere una meraviglia visiva, ed è stato, ed è diventato il film con il maggior incasso di tutti i tempi! Eppure, ironia della sorte, ci è voluto fino al 2022 per ottenere il sequel. Ma James Cameron ha rivelato che il “tempo intermedio” era necessario per una ragione fondamentale… doveva inventare lui stesso la storia:

“Quello che ho detto al regime Fox in quel momento è stato: ‘Lo farò, ma qui dobbiamo giocare un gioco più ampio. Non voglio solo fare un film e fare un film e fare un film. Voglio raccontare una storia più grande’”, dice. “Ho detto: ‘Immagina che sia esistita una serie di romanzi come Il Signore degli Anelli e li stiamo adattando.’ Ora, in teoria è stato fantastico, ma poi ho dovuto creare i fottuti romanzi da cui adattarlo”.

E una volta che il film originale ha avuto quell’enorme successo… allora ha dovuto provare a replicarlo, cosa che sarebbe stato il primo ad ammettere che non è facile da fare:

“Ho dovuto pensare a lungo e duramente se volevo anche fare un altro film Avatar, perché era un po’ nostro da perdere”, spiega. “Quando hai fatto qualcosa che è stato così trascendente in termini di successo, vuoi davvero provare a farlo di nuovo? C’è molta pressione su di esso. Ci ho pensato per due anni buoni prima di concludere un accordo”.

Se Avatar: La via dell’acqua ha il successo dell’originale è sconosciuto, ma almeno il film uscirà.

Fonte: Impero