Categorie

La serie Daredevil rivitalizzata potrebbe optare per un tono più “leggero” su Disney+?

Daredevil

Temerario

Se guardi ai fumetti nel loro insieme, e con questo intendiamo la vera totalità dei fumetti di vari produttori/editori, vedrai che molti hanno “toni” molto diversi. Alcuni sono pensati per essere divertenti, molti sono fatti per essere seri nel tono o toccare “temi più oscuri” e una massa enorme ha supereroi che trainano loro stessi toni diversi. Il che si riflette spesso negli adattamenti che accadono in film, programmi TV e videogiochi. E questo ci porta… a Daredevil.

Perché quando Netflix ha seguito la propria strada con un adattamento, è diventato oscuro, minaccioso, sanguinario e violento, e ha ricevuto molti elogi per aver preso quella posizione. Ma ora sta tornando tramite Disney+ e molti stanno valutando se potrebbe essere applicato un “tono più leggero” a causa del “marchio” generale della piattaforma.

La produttrice di Ms. Marvel, Sana Amanant, era un editore della serie Mark Waid di Daredevil che è molto apprezzata fino ad oggi. Ed è per questo che ritiene che Disney+ potrebbe, se non dovrebbe, seguire questa strada.

“Non vedo perché no! La corsa di Mark Waid è stata piuttosto seminale”, ha detto Amanat in una recente intervista. “Non abbiamo mai visto quel tipo di storia e adoro la sua interpretazione ed è stata una visione così inaspettata del personaggio. Allo stesso modo, non sarei sorpreso se facessero qualcosa del genere nell’MCU. Perché no? Ci piace correre dei rischi e questa è la parte divertente dell’esplorazione di più storie. Quindi forse.”

Non ha torto sul fatto che Daredevil abbia interpretato sia il lato chiaro che quello oscuro del personaggio in passato. Il problema è che poiché questa è tecnicamente una continuazione della corsa di Netflix, alcuni potrebbero volere che il “tono più scuro” continui. Inoltre, molti altri spettacoli Disney+ lo bilanciano con i loro toni più chiari (vedi: Ms. Marvel e She-Hulk).

Non ci resta che aspettare e vedere cosa succede.

Fonte: Il multiverso di Murphy