Categorie

La speculazione divampa ancora una volta sul leggendario “Nintendo Switch Pro”

Nintendo Switch - OLED - Lite - Family
Nintendo Switch - OLED - Lite - Famiglia

A seguito di un recente rapporto di “Switch Pro insider” di lunga data, Takashi Mochizuki di Bloomberg, GameSpot è intervenuto con la speculazione che Nintendo potrebbe benissimo muoversi verso il rilascio del sistema a lungo vociferato.

In un recente rapporto, Mochizuki discute principalmente del fatto che Nintendo ha in programma un frazionamento azionario 10 per 1 a partire dal 1 ottobre nel tentativo di alleviare le preoccupazioni degli investitori che guardano all’età di Switch diventare sempre più grande.

Ciò è esacerbato dal fatto che i profitti di Nintendo non sono migliorati molto negli ultimi mesi, principalmente a causa della carenza globale di chip in corso che ha portato alla produzione e alla vendita di meno unità Switch. Il presidente di Nintendo Shuntaro Furukawa ha commentato che Nintendo attualmente “non vede fine a questa situazione” in questo momento.

Anche con l’azienda di fronte a questa grande sfida, in cui la speculazione di GameSpot, alimentata da un’osservazione fatta da Mochizuki, ha a che fare con la risposta di Mr. Furukawa alla domanda se Nintendo ha davvero in programma di rilasciare una variante Switch aggiornata entro l’anno fiscale in corso (che terminerà a marzo 2023.)

Come sottolineato da Mochizuki, il signor Furukawa ha rifiutato di rispondere direttamente. Gli è stata posta una domanda simile nel 2020, ma ha affermato chiaramente che la società non avrebbe rilasciato nulla. Questo era vero; lo Switch ha ricevuto solo tre nuovi modelli dal lancio nel 2017.

Nintendo Switch Neon Drop

Un modello migliorato in modo incrementale con il nuovo chipset Tegra X1 denominato “Mariko” è stato rilasciato nell’agosto 2019. Conosciuto colloquialmente come “Red-Box Switch”, offre una durata della batteria migliorata. Condivide lo stesso DNA con Nintendo Switch Lite, lanciato un mese dopo lo stesso anno, sfoggiando un design più piccolo e completamente portatile. Infine, Switch OLED è stato lanciato nell’ottobre 2021, che molti cosiddetti addetti ai lavori credevano fosse il leggendario Switch Pro prima della sua presentazione completa.

Pertanto, il fatto che il signor Furukawa abbia ora preso la posizione di non rispondere né “Sì” né “No” affatto, è certamente un fattore che spicca. Tornando al rapporto di Mochizuki, cita una dichiarazione dell’analista senior di Toyo Securities Hideki Yasuda. Yasuda ha affermato di ritenere che “l’unica opzione” per Nintendo per rivitalizzare veramente la piattaforma Switch se e quando la carenza globale di chip sarà superata sia il rilascio di “hardware aggiornato”.

In effetti, questo tanto discusso Switch aggiornato sta facendo il suo giro in rete da un po’ di tempo ormai, ma le prove concrete della sua esistenza rimangono introvabili. Se e quando Nintendo lo mostrerà finalmente al mondo, sarà molto interessante vedere se soddisferà anche le aspettative del mondo dei giochi che ha avuto così tanto tempo per discutere e teorizzare sulle sue capacità.

Tuttavia, anche se esiste, il suo più grande ostacolo è effettivamente essere prodotto per le masse. Visto che i componenti sono già difficili da trovare per l’hardware esistente, come tristemente dimostrato da Xbox Series X|S e PS5 che rimangono difficili da trovare, l’ennesimo Switch sul mercato sarà disponibile per tutti tranne che per pochi considerevoli per un po’ di tempo.