Categorie

La stagione 4 di Stranger Things ha un’ENORME prima settimana per il Vol.2

Il cattivo della stagione 4 di Stranger Things prende in giro il volume principale 2

Stranger Things Stagione 4 era qualcosa di letteralmente in divenire, e quando i fan hanno appreso che ci sarebbero stati due “volumi” che sarebbero stati separati da circa un mese, molti si sono chiesti se ciò avrebbe aiutato o ostacolato lo spettacolo. Non lo ha ostacolato, per niente. Se non altro, il Vol.1 ha apparecchiato la tavola nel più grande dei modi e poi il Vol.2 ha lanciato tutti i martelli e le bombe possibili per garantire che i fan fossero soddisfatti. Ecco perché i numeri di visualizzazione per la prima settimana di rilascio sono stati così enormi.

Secondo Netflix (che fa affidamento su questo franchise più che mai…) Stranger Things Stagione 4 ha fatto 188,2 milioni di ore visualizzate per la settimana del 4 luglioth (è quando è stato rilasciato il Vol.2, quella settimana), con 117 milioni di quelle ore viste provenienti dal finale in due parti.

Ora, da un lato, il finale in due parti aveva MOLTE cose da mostrare ed era fondamentalmente un film completo nel finale. Ma essere guardati praticamente per 190 milioni di ore da fan di tutto il mondo… è un grosso problema. E non è perso su Netflix, non c’è dubbio su quanto sia diventato grande tutto.

Naturalmente, hanno dovuto fare le cose in grande qui per il semplice fatto che la quinta stagione dello show (in arrivo nel 2024) sarà l’ultima. Quindi avevano bisogno di lavorare in tutto ciò che potevano per assicurarsi che prima dell’arrivo della Stagione 5… i fan conoscessero la posta in gioco.

Abbastanza sicuro, lo fanno. Eddie è morto, Max è… beh, lei è un sacco di cose in questo momento, ma diciamo solo che “non sta bene” e lasciamo perdere, ok? Vecna ​​ha portato il Sottosopra a Hawkins e ora ci sarà una grande battaglia in arrivo.

Quindi puoi scommettere che quando arriverà l’ultima stagione, le persone riguarderanno tutto in anticipo e aumenteranno ancora di più i numeri.

Fonte: Scadenza