Categorie

La versione PS5 di The Witcher 3 non è nell'”Inferno dello sviluppo”, afferma lo sviluppatore

La versione PS5 di The Witcher 3 non è nell'"Inferno dello sviluppo", afferma lo sviluppatore

La versione nativa per PlayStation 5 di The Witcher 3: Caccia selvaggia è stato ritardato poiché lo sviluppo è stato spostato internamente, ma questo non è un segno che il progetto sia in un “inferno di sviluppo”, secondo CD Projekt RED. Parlando durante l’ultima telefonata sugli utili finanziari della società, un rappresentante dello studio ha voluto sedare ogni timore.

Dopo aver suggerito che un ritardo indefinito equivale a dire che qualcosa è nell'”inferno dello sviluppo”, il rappresentante ha detto: “Voglio dire che non è un dato di fatto. Ci sono state molte insinuazioni sul fatto che lanceremo il giugno del prossimo anno . Non è assolutamente così.” Hanno poi continuato dicendo che la versione PS5 non è stata respinta “una sorta di monumentale intervallo di tempo davanti a noi”. L’uscita di The Witcher 3 su PS5 era prevista per il secondo trimestre di quest’anno, ma non è stata confermata una nuova finestra temporale.

Il termine “inferno dello sviluppo” è generalmente utilizzato dalla comunità di gioco per riferirsi a un progetto che è stato annunciato anni fa e di cui non si vedeva né si sentiva da un po’ di tempo. Beyond Good & Evil 2 di Ubisoft è un buon esempio. Il creatore originale CD Projekt RED ora finirà The Witcher 3 su PS5 internamente, con lo sviluppo guidato da Sabre Interactive.

Quando la versione PS5 verrà finalmente rilasciata, verrà fornita con alcuni DLC gratuiti ispirati all’adattamento televisivo di Netflix. Non è stato ancora confermato quale sarà. Altrove, CD Projekt RED ha annunciato un nuovissimo ingresso Lo stregone serie che verrà eseguita su Unreal Engine 5.