Categorie

Le forniture per console “rimarranno rocciose” fino al 2023, afferma Xbox Exec

Le forniture per console "rimarranno rocciose" fino al 2023, afferma Xbox Exec

Stai ancora cercando quella console di nuova generazione? Abbiamo delle brutte notizie…

Secondo Tim Stuart, CFO di Xbox, le difficoltà della catena di approvvigionamento delle console continueranno per tutto il 2022. “L’ambiente della catena di approvvigionamento potrebbe rimanere difficile per tutto il 2022 e le festività natalizie”, ha spiegato il dirigente in una telefonata agli investitori questa settimana.

Secondo Stuart, i problemi sorgono da due aree principali. Il primo deriva dall’avere scorte limitate per la produzione di console, un problema che in realtà favorisce Xbox Series S, ha affermato. Il secondo è “margini elevati di pressione sui prezzi logistici”.

I problemi della catena di approvvigionamento hanno afflitto ciascuno dei tre grandi produttori di console. Sony inizialmente prevedeva di vendere 22,6 milioni di console PlayStation 5 durante l’anno finanziario in corso, ma da allora ha ridotto quel numero a 18 milioni. Nel rapporto finanziario per il suo anno fiscale più recente, Nintendo ha anche mostrato un calo delle vendite di console Switch a causa della carenza di semiconduttori.

Sebbene la stessa Microsoft non pubblichi i numeri di vendita per la sua linea Series X|S, la console ha recentemente superato il suo rivale di lunga data in mercati come il Giappone e il Regno Unito. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che la serie X|S è più facile da ottenere rispetto alla PS5, suggerendo che forse Microsoft sta affrontando le sfide della catena di approvvigionamento leggermente meglio.

La divisione Xbox di Microsoft ha registrato un fatturato di 16,28 miliardi di dollari per l’anno solare 2021, segnando l’anno di maggior successo dell’azienda. Questa redditività è stata attribuita all’acquisizione di ZeniMax/Bethesda, nonché al continuo successo di GamePass. Con l’imminente acquisto di Activision Blizzard da parte di Xbox in lavorazione, oltre a grandi titoli come Starfield e Diablo IV ancora sul ponte, sembra che la compagnia continuerà a cavalcare questo slancio nel 2023.

Fonte