Categorie

L’E3 tornerà nel 2023 sia come evento digitale che di persona

L'E3 tornerà nel 2023 sia come evento digitale che di persona

“Sappiamo anche che c’è un forte desiderio… di poter entrare in contatto di persona”

L’E3 farà il suo ritorno nel 2023, secondo la Entertainment Software Association. A causa della pandemia di COVID-19, l’E3 ha cancellato i suoi eventi dal vivo a favore di uno spettacolo solo digitale nel 2021 e l’ESA ha annunciato all’inizio di quest’anno che lo spettacolo del 2022 è stato completamente cancellato.

“Siamo entusiasti di tornare nel 2023 con un evento digitale e di persona. Per quanto amiamo questi eventi digitali e per quanto raggiungano le persone e desideriamo quella portata globale, sappiamo anche che c’è un forte desiderio che le persone si riuniscano – per essere in grado di connettersi di persona, vedersi e parlare su ciò che rende grandi i giochi”, ha affermato Stan Pierre-Louis, presidente e CEO dell’ESA.

Ospitata dall’ESA, la mostra E3 è una vetrina annuale di marketing e rete per l’industria dei videogiochi. Un tempo considerato l’evento principale del calendario dei giochi, lo spettacolo ha sofferto negli ultimi anni a causa della maggiore disponibilità della comunicazione online, che consente alle società di giochi di comunicare direttamente con i loro partner e il pubblico, piuttosto che tramite un grande evento mediatico. Sony e Nintendo hanno iniziato a rinunciare alle apparizioni all’E3 a favore rispettivamente dei propri spettacoli State of Play e Nintendo Direct. L’E3 sembrava anche essere alla fine di una divisione molto pubblica con Geoff Keighley, conduttore e presentatore dello spettacolo. Keighley ha continuato a creare una vetrina in competizione, Summer Game Fest.

Molti nel settore si sono chiesti se ci sia una continua necessità di mostre come l’E3 e, da parte sua, l’E3 ha cercato di rivitalizzare il suo marchio invitando ormai i fan dei videogiochi a partecipare. Tuttavia, quel rebranding ha avuto risultati contrastanti e non ha fornito il ringiovanimento che l’E3 sperava.

Fonte