Categorie

L’ex dirigente Xbox “nervoso” su Game Pass

L'ex dirigente Xbox "nervoso" su Game Pass

Dovremmo essere tutti preoccupati?

Xbox Game Pass è stata una benedizione per legioni di giocatori negli ultimi anni, ma sembra che non tutti siano così positivi riguardo al servizio. L’ex vicepresidente Xbox di Game Publishing, Ed Fries, ha recentemente parlato del podcast di Xbox Expansion Pass per esprimere le sue opinioni sull’impatto che Game Pass potrebbe avere sull’industria nel suo insieme. Quando gli è stato chiesto cosa avrebbe fatto se avesse fatto ancora parte del team di gioco di Microsoft nel 2022, Fries ha menzionato la possibilità che Game Pass diventi per i giochi ciò che Spotify è diventato per l’industria musicale.

“Quando Spotify è decollato, ha distrutto il business della musica, ha letteralmente dimezzato le entrate annuali del business musicale. Ha fatto in modo che le persone non comprassero più canzoni”, ha affermato Fries. “Le persone non comprano canzoni su iPhone, ad esempio, perché dovresti? Sono tutti sulla tua app del servizio di abbonamento. Apple ha detto che toglieranno l’acquisto di canzoni perché nessuno le compra più. Quindi dobbiamo stare attenti a non creare lo stesso sistema nel settore dei giochi”.

Il giornalista dell’industria musicale Tim Ingham ha confutato le affermazioni di Fries sull’impatto dello streaming sull’industria musicale.

“Spotify non ha dimezzato il business della musica, ma la pirateria. Spotify e la tecnologia basata su cloud su cui si basa, in realtà hanno offerto ai fan della musica un’alternativa più conveniente, legale e monetizzata alla pirateria”, ha ribattuto.

Sia Microsoft che PlayStation hanno dichiarato di non credere che gli abbonamenti diventeranno mai il modello dominante nel settore dei giochi.

“Questi mercati sono più fragili di quanto la gente creda. Ho visto l’industria dei giochi distruggersi nei primi anni ’80. Ho visto il business del software educativo distruggersi a metà degli anni ’90… hanno letteralmente distrutto un mercato multimiliardario in pochi anni. “Quindi Game Pass mi rende nervoso. Come cliente, lo adoro. Amo Spotify come cliente: ho tutte le canzoni che avrei mai voluto… è un ottimo affare come cliente. Ma non è necessariamente ottimo per l’industria”, ha detto Fries.

Xbox Game Pass è stato originariamente lanciato nel 2017. Il servizio offre ai membri l’accesso a oltre 100 titoli a un canone mensile.

Fonte