Categorie

Lo screenshot di Red Dead Redemption 2 si assicura il premio Virtual Photographer Of The Year

Lo screenshot di Red Dead Redemption 2 si assicura il premio Virtual Photographer Of The Year

Il London Games Festival è in corso dal 1 aprile e si conclude solo oggi, con eventi che si svolgono sia di persona che online. Durante questi eventi, a Red Dead Redemption 2 screenshot ha vinto un concorso per promuovere l’arte della fotografia virtuale.

L’opera vincitrice, che presenta una figura staglia a cavallo con uno splendido sfondo, è stata presentata da Joe Meizies. Tutte le opere sono state esposte intorno a Trafalgar Square nell’ambito del London Games Festival, che sarebbe stato uno spettacolo straordinario per tutti.

“La sfida celebra il nuovo mezzo artistico della fotografia virtuale in cui i creatori possono dare vita al design dei videogiochi e ai mondi virtuali. Da un paesaggio mozzafiato a un ritratto intimo, da una strada candida a un’architettura astratta o da un fantasy storico a quello fantascientifico”,

Festival dei giochi di Londra

La competizione, che è stata supportata da Nvidia Studio e The Fourth Focus, ha voci di vari giochi più venduti tra cui, Orizzonte Ovest Proibito e L’ultimo di noi parte 2. Tutte le voci inviate sono state messe a disposizione in una cartella di Google Drive, che può essere visualizzata e l’insieme è stato giudicato da The Fourth Focus.

La mostra a Trafalgar Square ha mostrato anche Ensemble e la sua ambizione di promuovere la diversità all’interno dell’industria dei videogiochi nel Regno Unito. Il capo di Games London, Michael French, ha dichiarato: “Volevamo celebrare questi pionieri provenienti da contesti sottorappresentati e raccontare le loro storie. Si spera che questo mostrerà ad altri da tutto il mondo che le persone che somigliano a loro lavorano in questo settore. Penso che sia l’unico modo in cui possiamo cambiare quel rapporto di talento nel tempo”.

French ha anche affermato che Ensemble è “proprio la cosa giusta da fare. Posso misurare e registrare tutte le vincite aziendali che otteniamo durante il festival, ma in realtà, elevare queste persone che non hanno avuto la possibilità di raccontare la loro storia è incredibilmente gratificante”.

È stato recentemente riscontrato che il 67% dei lavoratori nell’industria dei giochi sono uomini, mentre il 30% sono donne e il 3% non sono binari. Dopo ulteriori indagini è stato scoperto che il 66% si identifica come bianco britannico, il 24% come bianco altro, il 5% come nero, il 2% come asiatico, il 2% come etnia mista/multipla e, infine, il 2% come altro . Questo ha intervistato oltre 3600 professionisti del settore.

Fonte