Categorie

L’orribile gore del Protocollo Callisto ha speso anni nella realizzazione

L'orribile gore del Protocollo Callisto ha speso anni nella realizzazione


A parte i comprensibili paragoni con Dead Space, qualcosa di cui parlano i fan di The Callisto Protocol è quanto sia dannatamente incasinato. Ambientato in una prigione su una luna di Giove, il titolo d’azione horror in arrivo sembra destinato a rivaleggiare facilmente con i giochi più macabri sul mercato, e questo è dovuto al design.

Parlando con IGN nell’intervista sopra, Glen Schofield spiega che i livelli di sangue palesi del gioco sono il risultato di anni di duro lavoro. “Abbiamo trascorso un paio d’anni su quello che chiamiamo il sistema gore”, dice. “Gli ingegneri del rendering, un paio di artisti, hanno passato del tempo a fare a pezzi ogni nemico, e ci sono stati momenti in cui [it was] tipo, ‘No, fai un altro buco in lui!’ Così […] potresti non vedere mai lo stesso ragazzo fatto a pezzi due volte”. Schofield aggiunge che questo sangue dinamico aiuta ogni giocatore a vivere “un’esperienza orribile diversa”.

L’intervista prosegue parlando di come il personaggio principale Jacob sia costruito in modo tale da poter essere fatto a pezzi solo da normali nemici e attacchi. Ci saranno diverse sequenze di morte in scatola, ma sembra che sarai in grado di perdere un braccio o anche la testa in un combattimento regolare, se non stai attento.

Alla domanda se c’è qualcosa di così brutto come la scena dell’occhio di Dead Space 2, Schofield dice che non hanno esattamente quella scena, ma ci saranno “alcune cose davvero orribili”. Presumibilmente, una di quelle cose orribili è guardare Jacob che viene sgranocchiato in alcuni macchinari per girare, come si è visto nella recente demo di gioco. Sì.

Sembra che The Callisto Protocol non sarà per gli schizzinosi, ma raddoppiando la violenza, sembra che Striking Distance sia destinato a offrire un’esperienza horror memorabile. Sei entusiasta di giocare a questo il 2 dicembre? Ripuliti nella sezione commenti qui sotto.