Categorie

Microsoft accusa Sony di pagare per bloccare i giochi da Xbox Game Pass

Microsoft accusa Sony di pagare per bloccare i giochi da Xbox Game Pass

Microsoft ha affermato che Sony paga editori e sviluppatori “tasse di blocco” per impedire loro di mettere i loro titoli su Xbox Game Pass. In risposta alle affermazioni di Sony secondo cui il franchise di Call of Duty influenza la “scelta della console degli utenti” e manca di un vero rivale, il produttore di Xbox Series X|S ha affermato che Sony sta bloccando la capacità dell’azienda di far crescere il proprio servizio in abbonamento. Ciò è dovuto ai pagamenti effettuati agli sviluppatori che impediscono loro “di aggiungere contenuti a Game Pass e altri servizi di abbonamento concorrenti”.

I commenti compaiono in un documento che giustifica l’acquisizione di Activision da parte di Microsoft, inviato al Consiglio amministrativo brasiliano per la difesa economica. A Sony e ad altre società di terze parti è stato chiesto di esprimere le loro opinioni sull’acquisto il mese scorso – ed è qui che Sony ha inizialmente manifestato le sue preoccupazioni – e la risposta di Microsoft suggerisce che pensa che Sony abbia paura di Xbox Game Pass.

Microsoft spiega: “Considerando che le strategie di esclusività sono state al centro della strategia di Sony per rafforzare la propria presenza nel settore dei giochi e che Sony è leader nella distribuzione di giochi digitali, la preoccupazione di Sony per la possibile esclusività dei contenuti di Activision è incoerente, per dire il minimo.”

Poi prosegue: “Rivela solo, ancora una volta, la paura per un modello di business innovativo che offre contenuti di alta qualità a bassi costi ai giocatori, minacciando una leadership che è stata forgiata da una strategia incentrata sul dispositivo e incentrata sull’esclusività sul anni.” Sony ha recentemente introdotto due nuovi livelli PS Plus servizio in PS più extra e PS Plus Premium, ma si concentrano maggiormente sulla fornitura di un ampio catalogo di titoli meno recenti piuttosto che sul rilascio di hit first party direttamente nel servizio il primo giorno. Al momento in cui scrivo, Stray sembra essere un valore anomalo di una terza parte che si unisce immediatamente all’elenco di Tutti i giochi PS Plus.

PS5 PS4 randagio

Il titolare della piattaforma Xbox sostiene che Sony non “vuole servizi in abbonamento attraenti per minacciare il suo dominio nel mercato della distribuzione digitale per i giochi per console. In altre parole, Sony si scaglia contro l’introduzione di nuovi modelli di monetizzazione in grado di sfidare il suo modello di business”. Il fatto che Sony si rifiuti di inserire i suoi imminenti titoli PlayStation Studios direttamente in PS Plus Extra o PS Plus Premium suggerisce che l’affermazione di Microsoft potrebbe essere vera. Invece di pagare una quota di abbonamento, God of War Ragnarok sarà un titolo da £ 69,99 / $ 69,99 quando verrà lanciato a novembre.

Ma il prossimo Call of Duty: Modern Warfare 2 venderà quasi sicuramente più di tutto ciò che Sony ha in tasca. Nella sua dichiarazione originale, la società ha espresso le sue preoccupazioni su come “è improbabile che i giocatori passino a giochi alternativi, poiché perderebbero quella familiarità, quelle abilità e persino gli amici che hanno fatto giocando”. Mentre rileva che Call of Duty: Vanguard ha rappresentato un anno più debole per la serie, “i giocatori rimangono fedeli al marchio e continuano ad acquistare il gioco”.

Microsoft ha affermato più volte che la serie Call of Duty rimarrà multipiattaforma, ma Sony ha ancora espresso le sue preoccupazioni sull’acquisizione e su cosa significhi per la base di giocatori PlayStation. In risposta, Microsoft afferma che Sony sta trattenendo Xbox Game Pass attraverso questi pagamenti per bloccare i titoli che appaiono sul servizio. Qual è la tua opinione su questo? Condividi i tuoi pensieri nei commenti qui sotto.