Categorie

Mortal Kombat 2 sarà un sequel “imprevedibile”, secondo lo scrittore

Mortal Kombat 2 sarà un sequel "imprevedibile", secondo lo scrittore

Mortal Kombat 2 lo scrittore Jeremy Slater ha rilasciato nuovi dettagli sul prossimo sequel. In un’intervista a Il direttoRuss Milheim, Slater ha dichiarato che la sceneggiatura è quasi completata a metà. Prevede anche che il film sarà “incredibilmente soddisfacente, davvero eccitante e imprevedibile”.

“Questo è Combattimento mortale. Abbiamo ragazzi che si strappano la faccia e sputano fuoco: è un universo strano. Abbracciamo un po’ di quella stranezza e facciamo un Combattimento mortale sequel che nessuno si aspetta e che può in qualche modo intrufolarsi e spazzare via tutti. Siamo ancora all’inizio di questo processo, ma mi sto divertendo molto con questa sceneggiatura”, ha detto Slater.

Combattimento mortale ha ricevuto recensioni contrastanti, guadagnando un 54% su Rotten Tomatoes e 6,1/10 su IMDb. I critici si sono lamentati del fatto che la storia del film non avesse senso per chi non avesse già familiarità con la serie. Nel frattempo, ai fan non è piaciuto il fatto che il nuovo protagonista del film, Cole, abbia avuto così tanto tempo sullo schermo a scapito di quello affermato Combattimento mortale personaggi e che il film ha giocato in modi sgraditi con la tradizione dell’universo. In altre parole, Combattimento mortale ha cercato di suonare sia per il pubblico nuovo che per quello vecchio e in gran parte ha perso entrambi.

Ma ci sono buone notizie per Combattimento mortale fan — secondo Slater, i realizzatori sono consapevoli di queste critiche e sembrano prenderle a cuore. “Penso che abbiano sicuramente imparato alcune lezioni l’ultima volta in termini di, ‘Ecco le cose a cui i fan hanno risposto, ed ecco cosa è piaciuto alla gente del film, ed ecco le cose che non hanno funzionato come speravamo, ‘” Slater ha spiegato. “Quindi stiamo davvero considerando questa come un’opportunità per prendere tutto ciò che ha funzionato nel primo e farlo ancora meglio e dare al pubblico ancora di più”.

Fonte