Categorie

Nintendo conferma la sua maggiore spesa per le materie prime a causa di problemi di catena di approvvigionamento

Nintendo Switch OLED and TV_Supply Chain Art2_SMALL
Nintendo Switch OLED e TV_Supply Chain Art2_SMALL

Recentemente sono usciti rapporti che mostrano che Nintendo ha speso una notevole quantità di denaro per l’approvvigionamento di materie prime. Le cifre indicano che Nintendo ha speso di più durante l’anno fiscale 2022 rispetto all’ultimo grande picco, avvenuto durante il 2019 quando ha lanciato Switch Lite e Switch “scatola rossa” leggermente migliorata.

Questo aumento di spesa ha portato alcune persone a credere che l’azienda stesse lavorando sodo per far funzionare le sue linee di produzione con il tanto vociferato sistema “Switch Pro”; una variante potenziata dell’ibrido di cui si parla da diversi anni, eppure deve ancora essere confermata. Tuttavia, Nintendo è uscita per spiegare esattamente a cosa servono tutte queste spese extra: l’assicurazione, essenzialmente.

Con i problemi in corso che l’intera industria tecnologica ha dovuto affrontare quando si tratta di produzione e distribuzione di componenti, Nintendo ha deciso di fare ciò che qualsiasi entità saggia farebbe in tempi di crisi: fare scorta. Proprio come una famiglia farebbe scorta di cibo prima di un disastro naturale, Nintendo ha deciso di acquistare un grande volume di materie prime per combattere i suddetti problemi della catena di approvvigionamento.

Questa strategia è stata spiegata dal presidente della società, Shuntaro Furukawa, durante la sessione di domande e risposte di un recente briefing degli investitori. Un investitore ha chiesto apertamente perché Nintendo abbia speso 110 miliardi di yen tra marzo 2021 e marzo 2022, il che è ciò che ha portato il signor Furukawa a fornire la suddetta spiegazione.

Sebbene Nintendo stia chiaramente facendo del suo meglio per resistere alla tempesta dei problemi della catena di approvvigionamento, può fare solo così tanto. Un recente rapporto di Nikkei indica che le vendite di hardware Switch in Giappone sono diminuite considerevolmente durante il periodo di vendita di aprile-giugno rispetto alle sue prestazioni nello stesso periodo del 2021. Si dice che anche la PS5 di Sony soffrisse di un problema simile; tutto questo è prevedibile fino a quando la carenza globale non inizierà a rimbalzare veramente.

[Source: Go Nintendo]