Categorie

Prime impressioni: Il diavolo in me è un titolo Dark Pictures più grande e migliore

Prime impressioni: Il diavolo in me è un titolo Dark Pictures più grande e migliore

Dopo tre voci sempre migliori in The Dark Pictures Anthology dal team di Until Dawn Supermassive Games, The Devil in Me sembra un sequel adeguatamente più grande ed ampliato. Mentre Man of Medan, Little Hope e House of Ashes sembravano tutti tagliati dalla stessa stoffa, il finale della prima stagione della serie antologica è dotato di autentici miglioramenti del gameplay e nuove funzionalità. Con quella che sembra essere la migliore ambientazione del franchise, The Devil in Me è apparentemente pronto per continuare quella tendenza al rialzo della qualità.

Ora confermato per l’uscita per PS5 e PS4 il 18 novembre 2022, di recente abbiamo avuto la possibilità di vedere una presentazione di mezz’ora che ha fornito un’analisi approfondita delle ispirazioni, dell’ambientazione, dei personaggi e della trama del gioco. Proprio come altre puntate in The Dark Pictures Anthology, questa è una storia a sé stante che condivide solo il personaggio di The Curator dalle altre voci.

L’ambientazione questa volta è un inquietante hotel abbandonato che si dice sia una ricreazione esatta del famoso World’s Fair Hotel. Nel 1861, il dottor Howard Henry Holmes divenne noto come il primo serial killer d’America dopo aver rivestito il suo bed and breakfast con trappole progettate per uccidere gli ospiti, o almeno non lasciarli mai andarsene. Si dichiarò colpevole di 27 omicidi e fu impiccato nel maggio 1896, ma si sa molto poco sull’aspetto reale delle viscere dell’hotel.

Avanti veloce fino ai giorni nostri e una società di produzione televisiva sta basando il suo finale di stagione sull’omicidio di HH Holmes. Senza alcuna idea di come fosse effettivamente l’hotel oltre la porta d’ingresso, tuttavia, il team sta esaurendo rapidamente idee, denaro e contenuti. Questo fino a quando non ricevono una chiamata di punto in bianco da qualcuno che afferma di conoscere un posto con una riproduzione esatta dell’hotel dall’inferno. Credendo di aver vinto il jackpot, l’equipaggio consegna i telefoni cellulari e si reca nella località remota. Il problema è che la ricostruzione del World’s Fair Hotel che li attende è molto più accurata di quanto si aspettino.

Schermata TDIM 9Schermata TDIM 1Schermata TDIM 12

The Devil in Me è un po’ come The Shining incontra SAW; lo sviluppatore Supermassive Games lo dice durante la sua presentazione. Prendendo la claustrofobia, l’oppressione silenziosa e la possibilità di pericolo dietro ogni angolo del classico di Stanley Kubrick, unisce questi temi con il tipo di trappole mortali e dilemmi che cambiano la vita che ti aspetteresti che Jigsaw esca. Crea un senso di terrore in cui qualcosa di più delle semplici insidie ​​fisiche dell’hotel potrebbe significare la morte di un personaggio. Lo studio afferma che il suo ultimo gioco ha le morti “più raccapriccianti e stravaganti, esagerate” che abbia “mai fatto”. Quello che abbiamo visto conferma sicuramente questa affermazione.

Sotto l’hotel in un complesso termale abbandonato, il gioco si presenta come un’esperienza molto più naturale piuttosto che cucita insieme attraverso le tue scelte. Anche se non confermato, abbiamo l’impressione che tu possa vagare liberamente per l’hotel in determinati momenti invece di perseguire l’obiettivo principale. Tutto ciò che i fan amano è ancora lì – ispezionare oggetti a terra, per esempio – ma questo sembra essere un titolo molto meno interessato a tenerti la mano tutto il tempo.

Il cast potrebbe volerlo, tuttavia, considerando che un miglioramento del gameplay garantisce loro molta più manovrabilità. I personaggi ora possono scavalcare oggetti, scalare scale, entrare in spazi ristretti e oscillare lungo passaggi stretti. Queste nuove azioni esplorative potrebbero non sembrare un grosso problema – dopotutto sono parte integrante dei giochi moderni – ma è un esempio di come il mondo stia diventando molto più interattivo man mano che Supermassive Games amplia il tipo di possibilità che i predecessori non avevano . Puoi anche correre ora!

Schermata TDIM 11Schermata TDIM 8Schermata TDIM 3

Un altro è un semplice sistema di inventario. Ogni membro della troupe televisiva ha un oggetto esclusivo per loro, ma può essere consegnato. Charlie, il regista delle riprese, ha un biglietto da visita che può usare per sbloccare i fermi. Il cameraman Mark usa le sue lenti per raccogliere prove, la presentatrice Kate ha una matita che può scoprire indizi ombreggiando la carta e Jamie ricabla i circuiti elettrici attraverso il suo multimetro. Infine, la stagista Erin può sentire attraverso i muri grazie al suo microfono direzionale.

Ognuno di questi strumenti può influenzare la trama, scoprendo più retroscena se li usi nei posti giusti e avanzando nei punti della trama. Possono salvare la vita di qualcuno o essere la causa della sua morte.

Inoltre, le meccaniche e le funzionalità esistenti sono state ampliate. Si dice che i puzzle siano molto più coinvolti, con combinazioni di codici provenienti naturalmente dal mondo intorno a te e labirinti all’aperto da cui trovare la via d’uscita. Le vite sono in gioco durante queste sequenze e, con l’arrivo di circa sette ore, The Devil in Me fornirà ampie opportunità a quei test di diventare a forma di pera.

Schermata TDIM 11

Alla fine, il gioco vivrà o morirà in base alla sua storia. Questo è ciò che conta di più in questi tipi di titoli e il modo in cui si intreccia con l’ambientazione, i personaggi e i temi. Tuttavia, The Devil in Me può già essere lassù con i migliori giochi di Dark Pictures, in base a ciò che abbiamo visto prima del rilascio; la sua ambientazione sembra intrigante e fantastica, e le ispirazioni di Supermassive Games questa volta ci entusiasmano per cos’altro ci aspetta. Avremo la storia completa il 18 novembre 2022, ma fino ad allora, The Devil in Me rimane saldamente un gioco per PS5 e PS4 vicino alla cima della nostra lista dei desideri.

Non vedi l’ora di giocare a The Devil in Me questo novembre? Ti è piaciuto The Dark Pictures Anthology fino ad ora? Condividi tutti i tuoi pensieri e teorie nei commenti qui sotto.