Categorie

Recensione: Distruggi tutti gli esseri umani! 2: Reprobed (PS5) – Stiamo solo rifacendo qualsiasi cosa ora

Recensione: Distruggi tutti gli esseri umani!  2: Reprobed (PS5) - Stiamo solo rifacendo qualsiasi cosa ora

Ad un certo punto durante la campagna di miliardi di ore per Destroy All Humans! 2: Reprobed — un remake del 2006 Distruggi tutti gli umani! 2 per PS2 — abbiamo iniziato a chiederci dove fosse andato tutto storto. Eravamo lì, a correre come un piccolo alieno che sparava ai passanti innocenti con una pistola che li riduce a scheletri e tutto ciò che potevamo raccogliere era un sospiro sgonfio. Non era simpatia: diamo il benvenuto ai nostri nuovi sovrani alieni. Non era nemmeno repulsione perché amiamo trasformare le persone in scheletri. Dovrebbe essere oro, ma non abbiamo sentito nulla.

Siamo andati dal nostro terapeuta e glielo abbiamo detto e loro hanno detto: “PS5 Giochi Guida, che significa ridurre le persone a scheletri che semplicemente non lo fanno più per te?” e siamo rimasti perplessi. Cosa c’è di meglio che sparare a qualcuno così forte che la sua pelle è letteralmente scomparsa e tutto ciò che resta è uno scheletro in piedi in una posa divertente? Abbiamo dovuto fare un po’ di ricerca interiore. Era come quella parte in Forest Gump dove corre per giorni pensando ai suoi problemi o cose del genere, solo che comicamente siamo fuori forma e correre è da cretini, quindi ci siamo seduti a bere Cherry Pepsi e mangiare Bombay Mix per un po’ con un’aria triste .

Distruggi tutti gli umani!  2: Reprobed Review - Screenshot 2 di 4

La conclusione a cui siamo giunti è che Destroy All Humans! 2: Reprobed non fa per noi. E non intendiamo dire che semplicemente non ci piaccia o che sia buono, ma semplicemente non la nostra marmellata. Lo intendiamo letteralmente. Non è per noi. Il target demografico qui è incredibilmente specifico: questo gioco fa a malapena alcun tentativo di ingraziarsi un pubblico moderno e invece è rivolto direttamente, quasi esclusivamente, alle stesse persone che hanno giocato all’originale nel 2006 e gli è piaciuto. E va bene.

La nostalgia è un agente potente e semplicemente rivivere qualcosa che hai amato dai tuoi anni formativi ma dato una nuova mano di vernice può elevare quella che altrimenti sarebbe un’esperienza usa e getta in un’esperienza significativa o emotiva. Se hai giocato a Distruggi tutti gli umani! 2 e ci siamo divertiti moltissimo, ridendo a crepapelle per tutte le battute, godendoti ogni minuto in cui sparavano alle persone con armi stupide, allora cosa c’è che non va in questo? È la stessa cosa, ma in virtù del fatto che ha un aspetto migliore e ha alcuni miglioramenti nella qualità della vita, è più bello che mai. Il problema è che se non hai giocato al gioco originale quindici anni fa e non ne hai nostalgia, allora Reprobed è una vera trippa.

Distruggi tutti gli umani!  2: Reprobed Review - Screenshot 3 di 4

Il gioco segue la storia dell’originale Destroy All Humans! (rifatto anche nel 2020). Sei un alieno sulla Terra nel 1969 costretto a combattere con il KGB che ha qualche piano nefasto o altro. C’è una spia russa dalle proporzioni improbabili e un uomo inglese elegante e una studentessa giapponese e un sacco di altri stereotipi coinvolti. Ci sono cinque piccoli mondi aperti da esplorare, nuove armi da sbloccare e potenziare, missioni secondarie, collezionabili e puoi vestire il tuo piccolo alieno come Elvis se lo desideri, cosa che abbiamo molto apprezzato.

Il gameplay è una seccatura. I tipi di missione implicano la scorta di un NPC in una posizione contrassegnata sulla mappa, l’uccisione di un certo numero di nemici, la difesa di una base da ondate di nemici e altre cose che sarebbero le missioni di riempimento in un gioco molto migliore. C’è una vasta gamma di armi tra cui scegliere, ma per la maggior parte degli incontri, hai solo bisogno della tua abilità di psicocinesi che ti permette di raccogliere e lanciare piccoli oggetti e persone. Raccogliere un nemico umano e lanciarlo direttamente in cielo significa che morirà quando toccherà il suolo, ed è molto più veloce che cercare di usare le armi per lo più complicate e insoddisfacenti a tua disposizione.

Gli incontri con i boss in Reprobed sono uniformemente terribili e rappresentano i punti più bassi del gioco. I picchi di difficoltà sono assurdi e ad un certo punto abbiamo dovuto verificare di non aver modificato accidentalmente un’impostazione da qualche parte. Spesso presentano meccaniche che non sono ben spiegate e i nemici che affronti hanno troppa salute. Il boss finale in particolare è un esempio così eclatante di orribile design del boss che dovrebbe essere studiato in un laboratorio da qualche parte come se avessero scienziati in tute ignifughe che studiano l’Ebola. Come il virus Ebola, questo probabilmente non avrebbe mai dovuto essere rilasciato nella popolazione generale.

Distruggi tutti gli umani!  2: Reprobed Review - Screenshot 4 di 4

Inoltre, il gioco ha anche alcuni problemi tecnici, che stranamente si sono verificati principalmente solo nella seconda metà dell’avventura. Si è schiantato su di noi una dozzina di volte durante un playthrough di sette ore più qualche ora in più per le missioni secondarie, con conseguente perdita di progressi e riproduzione di parti del gioco che non ci piacevano nemmeno la prima volta. Una volta un nemico che dovevamo uccidere per progredire si è generato sotto il pavimento, quindi abbiamo dovuto ripristinare. A volte non potevamo interagire con gli oggetti con cui dovevamo interagire per andare avanti. Soffre anche di catastrofici problemi di frame rate in alcune battaglie più grandi, con un incontro particolarmente frenetico con un mostro gigante che imperversa in Giappone che sembra più una presentazione powerpoint che un videogioco.

L’umorismo nel gioco probabilmente si rivelerà divisivo. Ci sono poche cose che troviamo meno divertenti di un alieno che sonda analmente qualcuno. Ovviamente, le cose che si sistemavano nel sedere di qualcuno erano come una commedia d’oro quando avevamo tipo dodici anni o qualcosa del genere, ma nei nostri trent’anni, con il paese a brandelli e mutui giganteschi e una lista sempre crescente di nevrosi, non è abbastanza per farci sorridere più. Forse siamo solo noi, ma stiamo spingendo un grande, lungo, snello e dimenante tentacolo verde su per l’estremità del palloncino di un ragazzo ignaro mentre fa rumori che indicano che si sta godendo ciò che equivale a un’aggressione sessuale – beh, non è Seinfeld, vero?

Tuttavia, la commedia è del tutto soggettiva e se il sondaggio anale, le donne tettone, le allusioni sessuali, gli accenti sciocchi, gli stereotipi e altre cose del genere ti fanno ridere, probabilmente ce n’è abbastanza qui per portarti attraverso la campagna per lo più noiosa. Non è la nostra borsa ma non siamo qui per dirti cosa ridere. Se tutto questo ti suona come uno spasso, puoi sostanzialmente aggiungere un paio di punti al punteggio in fondo a questa recensione senza alcun giudizio da parte nostra. Avanti, hai la nostra benedizione.

Conclusione

È appropriato che il personaggio che interpreti come in Destroy All Humans! 2: Reprobed si chiama Crypto. Come le criptovalute, il gioco è un’idea interessante sulla carta, ma non ne abbiamo davvero bisogno, non vogliamo sentirne parlare, continua a bloccarsi e se ci investi dei soldi, probabilmente lo farai finire con il rimorso del compratore.

  • Puoi vestire l’alieno come Elvis
  • Puoi fulminare a morte gli hippy
  • Se ti è piaciuto l’originale ti piacerà questo
  • Molti problemi tecnici
  • Design noioso della missione
  • Umorismo antiquato
  • Le armi per lo più non sono divertenti da usare
  • L’ultimo capo fa davvero schifo
  • Tutti i capi fanno schifo, in realtà

Scarso 4/10

Politica di punteggio
Copia di revisione fornita da THQ Nordic