Categorie

Recensione: Fobia – St. Dinfna Hotel (PS5) – Hotel Hell crea un efficace Survival Horror

Recensione: Fobia - St. Dinfna Hotel (PS5) - Hotel Hell crea un efficace Survival Horror

  • Fobia - Recensione dell'hotel St. Dinfna - Screenshot 2 di 6
  • Fobia - Recensione dell'hotel St. Dinfna - Screenshot 3 di 6
  • Fobia - Recensione dell'hotel St. Dinfna - Screenshot 4 di 6
  • Fobia - Recensione dell'hotel St. Dinfna - Screenshot 5 di 6
  • Fobia - Recensione dell'hotel St. Dinfna - Screenshot 6 di 6

Se dovessimo recensire il St. Dinfna Hotel per Tripadvisor, sarebbe un po’ una sventura. Arredamento vecchio stile, un serio problema di umidità, mostri, spazzatura Wi-Fi e una receptionist compiaciuta che non si è nemmeno offerta di portare i nostri bagagli in camera. Semplicemente non potremmo raccomandare di stare lì.

Ma qui a Piazza Spinta, ci occupiamo della revisione di giochi. E quando si tratta di giochi, in particolare di survival horror, un’ambientazione forte fa molto. La pensione titolare del Fobia – St. Dinfna Hotel è un ambiente meraviglioso per l’orrore.

Il gioco dà il meglio di sé quando vaghi per i corridoi della vecchia ragazza senza oggetti curativi nel tuo inventario, sperando che non ci sia qualcosa di sinistro in agguato dietro l’angolo per saltarti fuori e prenderti. Di solito non c’è e il gioco è migliore per questo. A volte una ragazzina inquietante che indossa una maschera antigas farà uscire la testa da dietro un muro solo per spaventarti. Funziona.

C’è il combattimento ma non è niente di speciale. Hai delle pistole; i mostri hanno pezzi luminosi. Come sparatutto in prima persona, Fobia è piuttosto approssimativo, ma il combattimento è abbastanza raro da frustrare raramente. Se ti senti caritatevole, potresti anche dire che le riprese leggermente imbarazzanti aiutano ad aumentare la tensione nello stesso modo in cui i vecchi giochi Resident Evil o Silent Hill sono stati resi più spaventosi a causa dei loro controlli spazzatura.

Diamo al Fobia – St. Dinfna Hotel il beneficio del dubbio. Di sicuro è difettoso. Ma il tempo di gioco di dieci o dodici ore è per lo più un buon momento grazie all’efficacia della guest house titolare come ambientazione e all’atmosfera opprimente che riesce a evocare durante il tuo soggiorno lì.

  • L’hotel ha vibrazioni horror di qualità
  • Bambina + maschera antigas = no
  • Lunghezza perfetta
  • Sound design inquietante
  • Combattimento raro ma scarso
  • I combattimenti contro i boss sono piuttosto brutti

Buono 7/10

Politica di punteggio
Copia di revisione fornita da Maximum Games