Categorie

Recensione: LEGO Brawls (PS5) – Un’imbarazzante uscita multigiocatore per LEGO

Recensione: LEGO Brawls (PS5) - Un'imbarazzante uscita multigiocatore per LEGO

  • Recensione di LEGO Brawls - Screenshot 2 di 10
  • Recensione di LEGO Brawls - Screenshot 3 di 10
  • Recensione di LEGO Brawls - Screenshot 4 di 10
  • Recensione di LEGO Brawls - Screenshot 5 di 10
  • Recensione di LEGO Brawls - Screenshot 6 di 10
  • Recensione di LEGO Brawls - Screenshot 7 di 10
  • Recensione di LEGO Brawls - Screenshot 8 di 10
  • Recensione di LEGO Brawls - Screenshot 9 di 10
  • Recensione di LEGO Brawls - Screenshot 10 di 10

Per anni, i giochi LEGO hanno avuto la reputazione di essere titoli di qualità adatti ai bambini che possono essere apprezzati da giocatori di tutte le età. Dai classici come LEGO Star Wars al recente LEGO Builder’s Journey, non c’è quasi un gioco LEGO moderno che tu possa definire decisamente cattivo. Cioè, fino a quando LEGO Brawls non è stato rilasciato su console, creando una macchia imbarazzante su un catalogo altrimenti coerente.

Rilasciato originariamente nel 2019 per Apple Arcade su dispositivi mobili, LEGO Bawls è un gioco di combattimento in parole povere. Hai solo un pulsante di attacco e puoi raccogliere due potenziamenti temporanei dalle scatole degli oggetti intorno al livello. Le partite sono prevalentemente in un formato 4v4 King of the Hill, in cui le squadre devono controllare una determinata area per un periodo di tempo. Nonostante sia la modalità principale, questa modalità si trasforma in uno slog insensato e schiacciante che nemmeno i bambini apprezzeranno. Non ci sono feedback quando i colpi si connettono, le partite durano troppo a lungo e i personaggi a volte possono volare a causa di colpi casuali. Inoltre, poiché l’IA è così scarsa, ci sono buone possibilità che tu possa vincere semplicemente abbassando il controller e restando fermi.

Altri tipi di partite includono un battle royale da otto giocatori e un incontro con 15 uccisioni, ma la natura del gioco rende le modalità troppo frenetiche per essere godute. E a causa della mancanza di effetti sonori distinguibili e dell’assenza di voci, probabilmente non saprai dove si trova il tuo personaggio fino alla fine della partita.

L’attrazione principale di LEGO Brawls è senza dubbio il creatore del suo personaggio. Ci sono oltre 77 miliardi di combinazioni di armi e abiti da costruire e, sebbene il numero suoni folle, è improbabile che tu possa vedere tutte le opzioni disponibili nel gioco. Le parti di personalizzazione possono essere sbloccate una alla volta vincendo le partite o macinando per esperienza in un sistema in stile Battle Pass. Per questo motivo, è improbabile che tu possa davvero costruire qualsiasi minifigure tu voglia.

LEGO Brawls sembra un insulto ai fan di LEGO dopo il fantastico LEGO Star Wars: The Skywalker Saga pubblicato all’inizio di quest’anno. Dal terribile gameplay di base al sistema di sblocco incredibilmente grintoso, ci sono pochissime qualità salvifiche in questo pacchetto. Se sei davvero alla disperata ricerca di costruire la tua minifigure, la maggior parte dei giochi LEGO ha già un creatore di personaggi tutto suo. È meglio spendere tempo e denaro altrove.

  • 77 miliardi di opzioni per la creazione di personaggi
  • Alcuni contenuti con licenza, come Jurassic Park
  • Il gameplay è uno slog senza fine
  • Sistema Grindy per sbloccare le parti
  • Difficile dire cosa sta succedendo durante le partite
  • Nessuna voce ed effetti sonori generici

Pessimo 3/10

Politica di punteggio
Copia di revisione fornita da The LEGO Group