Categorie

Recensione: Naruto to Boruto: Shinobi Striker (PS4)

Recensione: Naruto to Boruto: Shinobi Striker (PS4)

Ripubblicato mercoledì 1 giugno 2022: Riportiamo questa recensione dagli archivi dopo l’annuncio della formazione PlayStation Plus di giugno. Segue il testo originale.

Per chi non lo sapesse, Naruto è una lunga serie manga pubblicata sul periodico settimanale Shounen Jump direttamente dal Paese del Sol Levante. Naruto è stato pubblicato costantemente dal 1997 e da allora è diventato un fenomeno globale in piedi con grandi come Dragon Ball, One Piece e Hunter x Hunter, et al. Naruto to Boruto: Shinobi Striker è l’ultima voce nella lunga storia dei videogiochi di Naruto. Unendosi a un elenco di circa 60 altre voci, Shinobi Striker porta molto in tavola, ma si lega con il resto? Riteniamo che Shinobi Striker si solidifichi nella serie di Naruto come qualcosa di piuttosto unico e qualcosa che sicuramente influenzerà i titoli futuri.

Shinobi Striker si svolge cronologicamente tra gli eventi di Naruto Shippuden e Boruto: the Next Generation, ed è un gioco di combattimento ad arena aperta con una forte enfasi sull’attraversamento. Il gioco ti consente di creare il tuo avatar o giocare come un “personaggio principale”, restituendo i grandi della serie che va avanti da circa due decenni. Puoi anche scegliere il tuo ruolo attraverso molte opzioni di personalizzazione e scendere sul campo di battaglia in partite quattro contro quattro offline o online per vedere come te la cavi davvero.

Da Naruto a Boruto: Shinobi Striker Review --Screenshot 2 di 3

Il combattimento in Shinobi Striker è una corsa sfrenata. Come il tuo ninja personale hai la capacità di correre su muri e acqua, puoi saltare da un muro all’altro con filo kunai e usare l’ambiente come uno strumento in sé. Questo rende il combattimento così selvaggio e esagerato che sembra davvero un sogno di Naruto che si avvera. Devi essere intenzionale, premuroso e veloce come puoi.

Schivare e bloccare sono fondamentali, poiché un’eccessiva pressione dei pulsanti può portare a combo che ti lasciano completamente aperto agli attacchi nemici. Tuttavia, il gioco è apparentemente il primo nel suo genere, poiché ha una così vasta gamma di ruoli, abilità, strumenti e armi, che ti consentono di personalizzare la tua esperienza quasi come preferisci. Puoi scegliere tra quattro ruoli chiave: Attacco, Gittata, Difesa e Guarigione. Questi sembrano drammaticamente diversi, poiché hanno tutti diversi set di armi, abilità e abilità finali che possono sfruttare. Sfortunatamente, ci sono alcuni glitch stupidi (anche se un po’ divertenti) che entrano in gioco, come il ritaglio nelle sporgenze e simili, ma si spera che questi vengano risolti con le prossime patch.

Il gioco è sempre considerato online, anche se per il gioco da solo rimane ancora la possibilità di giocare a “missioni VR”. Questi sono ciò che il gioco considera la sua “modalità storia” nonostante sia privo di una storia coerente. Tuttavia, puoi almeno ottenere un sacco di tempo da queste missioni senza mai toccare le modalità online. Le modalità offline ci hanno tenuti occupati per un certo numero di ore cercando di far salire di livello il nostro avatar, sbloccare nuovi VR Masters (un personaggio scelto dalla serie che impartisce nuove abilità, costumi e altro) e raccogliere nuove pergamene (la versione di questo gioco bottini).

Da Naruto a Boruto: Shinobi Striker Review --Screenshot 3 di 3

Sulla carta sembra molto semplice, un affare quotidiano, ma in pratica alcuni potenziali problemi diventano evidenti. Le missioni hanno alcuni aspetti chiave che a volte possono essere un vero ostacolo. Scene e dialoghi non hanno opzioni da saltare, il che può essere un enorme sforzo quando si cerca di coltivare ryo (valuta di gioco) e scorrere per nuovi equipaggiamenti. Inoltre, le missioni vengono consegnate una per una, solo parlando con personaggi non giocabili sparsi in tutta l’area hub relativamente piccola del Villaggio Nascosto tra le Foglie. Un grosso problema che abbiamo riscontrato è stato che occasionalmente – va bene, non occasionalmente, abbastanza frequentemente – avevamo un bug per cui il nostro prossimo donatore di missioni non si generava immediatamente e dovevamo lasciare il gioco e ricaricare per progredire.

Nonostante i problemi insignificanti, ciò che distingue Shinobi Striker dagli altri giochi di Naruto è l’enorme quantità di personalizzazione che offre. Sono molto per i fan della serie e abbiamo passato ore e ore a decorare il nostro shinobi per sembrare il più spigoloso possibile. La personalizzazione sembra davvero essere la forza trainante del gioco: siamo arrivati ​​a un punto in cui non potevamo spegnere il controller perché la spinta a ottenere più bottino era troppo forte.

Ovviamente, se vuoi davvero mettere alla prova il tuo ninja completamente personalizzato, puoi sempre sfidare altri giocatori, partecipando alle partite online del gioco per vedere a che punto sei. Nonostante alcune stranezze di matchmaking che metterebbero regolarmente la nostra squadra di livello 20 contro uno squadrone di giocatori di livello 60, è un vero divertimento.

Conclusione

Un’avventura veloce e frenetica, Naruto to Boruto: Shinobi Striker è più grande della somma delle sue parti. Nonostante alcuni lavori vocali che sembrano piuttosto piatti e una manciata di altri problemi minori, il gioco sembra genuino nel suo tentativo di ricreare l’azione di Naruto e forgiare l’eredità del tuo personaggio personalizzato è destinato ad essere sufficiente per invogliare i fan.

Buono 7/10

Politica di punteggio
Copia della recensione fornita da Bandai Namco