Categorie

Recensione: Pac-Man World Re-Pac (PS5) – Aggiornamento solido su un classico platform PS1

Recensione: Pac-Man World Re-Pac (PS5) - Aggiornamento solido su un classico platform PS1

Dopo l’uscita del mese scorso di Klonoa: Phantasy Reverie Series, Bandai Namco è tornata con un aggiornamento di un altro dei suoi classici per PS1: Pac-Man World del 1999. Purtroppo, a differenza di Klonoa, questo è un remake del primo gioco, piuttosto che una raccolta rimasterizzata che include i due sequel PS2. Per fortuna, Pac-Man World Re-Pac si distingue da solo come un solido platform e una versione modernizzata di uno degli esperimenti più interessanti nella storia di Pac-Man.

In una storia che fa sembrare The Last of Us un episodio di Sesame Street, Pac-Man torna a casa il giorno del suo compleanno per scoprire che sua moglie, due bambini piccoli, il cane, il professore e il ragazzino di Hai scavato, sono stati tutti rapiti. A peggiorare le cose, scopre di essere vittima di un furto di identità mentre i fantasmi stanno pubblicizzando un incontro con Pac-Man su Ghost Island. Il cattivo dietro questo è identificato come Toc-Man (un malvagio robot Pac-Man) e il nostro eroe deve entrare in azione per salvare la sua famiglia e sconfiggere l’impostore.

Non sorprende che i maggiori cambiamenti in Re-Pac siano dal lato della presentazione; le immagini sono molto più vivaci questa volta, con i livelli che ricevono revisioni visive totali. Re-Pac cosparge anche di filmati extra durante il gioco prima dei combattimenti contro i boss, rendendo Toc-Man un cattivo molto più presente. I filmati di apertura sono stati completamente cambiati, sia in ciò che accade sia nell’eliminare la voce recitante dall’originale, sostituendola con parole senza senso. Se hai prestato attenzione al Pac-Mandom negli ultimi anni, senza dubbio sai della controversia in corso sul copyright della signora Pac-Man. Per questo motivo, nuovi personaggi come Pac-Mom e Pac-Boy hanno sostituito lei e Jr Pac-Man nel gioco.

Pac-Man World Re-Pac Review - Screenshot 2 di 3

Piuttosto che lo stile del platform da collezione che Spyro e Super Mario 64 hanno reso popolare in quest’epoca, questo gioco è più nello stile di Crash Bandicoot o Super Mario 3D World, in cui l’obiettivo è semplicemente quello di raggiungere la fine di una fase. L’avventura di sei ore è composta da sei mondi, la maggior parte dei quali include tre livelli e una battaglia contro un boss.

Ognuno di questi livelli viene fornito con il proprio set di oggetti da collezione; i frutti del gioco arcade originale sono i principali; questi servono come chiavi per le porte disseminate durante le fasi. La maggior parte di queste porte sarà bloccata quando le raggiungi, ma i frutti richiesti sono raramente oltre la schermata successiva a destra, richiedendo un’esplorazione minima. Queste porte possono ospitare ogni sorta di cose: vite e salute extra, pulsanti che influenzano la disposizione del livello, lettere PACMAN nascoste e le porte Galaxian, che sbloccano un livello labirinto bonus nello stile del classico gioco arcade. Ogni mondo contiene anche una chiave che ti consente di liberare i membri della tua famiglia catturati.

Dal momento che non c’era esattamente molto materiale di partenza su cui lavorare nel passaggio del personaggio al 3D, Namco ha dovuto diventare creativo con il suo set di mosse. La tua principale forma di attacco e traversata è il rimbalzo del calcio, che consente a Pac-Man di saltare più in alto e guadagnare slancio mentre sconfiggi i nemici. Hai anche accesso a un attacco a distanza, in cui Pac-Man scaglia i pallini che ha raccolto contro i suoi nemici, oltre a un attacco in corsa sulla scia di quello di Sonic trattino di rotazione. Non puoi avere un platform senza una qualche forma di power-up e Pac-Man World ne offre tre; il classico power-pellet lo trasforma in una gigantesca macchina mangiatrice invincibile che distrugge tutto ciò che incontra sul suo cammino, il metal-pellet ti permette di camminare sott’acqua e infine il raro-bomba-pellet fa esplodere ogni nemico sullo schermo con un calcio-rimbalzo.

Pac-Man World Re-Pac Review - Screenshot 3 di 3

Sebbene non sia un gioco incredibilmente impegnativo, Re-Pac ha ribilanciato il gioco in alcuni modi chiave. Prima di tutto, ora hai accesso a un flutter per estendere il tempo di salto di Pac-Man e aiutare con alcuni degli atterraggi più complicati. Il gioco offre anche una modalità facile che estende il tempo di galleggiamento per rendere ancora più facili alcuni dei trucchi.

Re-Pac apporta anche modifiche ad alcuni combattimenti contro i boss per semplificare le cose; il famigerato combattimento di Anubis Rex del gioco originale è stato ora reso molto più semplice riempiendo il terreno tra le quattro piattaforme singolari. La cosa più sorprendente di Pac-Man World rispetto ad altri platform 3D dell’epoca è quanto sia unico ogni combattimento con i boss. Puoi passare da un tipico combattimento nell’arena in cui rimbalzi sulla testa del nemico a una gara in prima persona con clown e un pastiche di Galaga. Tuttavia, una morte durante questi combattimenti multifase ti riporterà direttamente all’inizio delle battaglie piuttosto lunghe.

La grande colonna sonora originale di Tommy Tallarico ritorna in questo remake, che trova un ottimo equilibrio tra la fusione di brani classici di Pac-Man con il loro sapore originale. Tuttavia, la musica in Re-Pac suona a volte a una fedeltà molto bassa. Non possiamo dire con certezza se stanno usando le tracce originali della PS1, perché quando siamo tornati ad ascoltare la OST originale su YouTube suonava meglio di quelle. Tuttavia, le tracce sono di qualità notevolmente bassa su alcuni livelli, mentre altri possono suonare perfettamente.

Conclusione

Pac-Man World Re-Pac è un Pac dall’aspetto divertente nel tempo di un’era in cui i platform 3D erano molto più importanti di quanto non lo siano oggi. Sebbene non superi del tutto alcuni dei suoi contemporanei come Crash Bandicoot Warped e Super Mario 64, Pac-Man World non è da perdere se stai cercando un’altra solida avventura platform 3D. A seconda di come visualizzi i nuovi equilibri di difficoltà (o se ami davvero Ms. Pac-Man) questo è senza dubbio il modo migliore per vivere il classico per PS1.

  • Buon miglioramento rispetto all’originale
  • Battaglie fantasiose con i boss
  • Pieno di nostalgia di Pac-Man e Namco
  • La linea di basso nella musica di livello 6-1
  • Checkpoint frustranti per la lotta contro i boss
  • Musica di bassa qualità
  • Un sacco di muri invisibili
  • La signora Pac-Man è rimasta in prigione per copyright

Buono 7/10

Politica di punteggio
Copia della recensione fornita da Bandai Namco