Categorie

Recensione: Resident Evil 2 (PS5) – Un aggiornamento economico e abbastanza allegro

Recensione: Resident Evil 2 (PS5) - Un aggiornamento economico e abbastanza allegro

Più di tre anni dopo, Resident Evil 2 rimane il progetto per qualsiasi sviluppatore che cerchi di rifare un titolo classico. Modernizzando con successo il gioco horror di sopravvivenza del 1998 per fan e nuovi arrivati, non c’è dubbio che la sua qualità sostenuta. Quello che abbiamo detto nel ns Recensione di Resident Evil 2 PS4 suona fedele fino ad oggi, quindi il nostro nuovo verdetto si concentrerà esclusivamente sulle novità della versione PS5 rilasciata di recente.

La più sostanziale delle quali sono due modalità grafiche: una implementa il ray tracing e l’altra aumenta il frame rate oltre i 60fps. Non puoi avere il meglio di entrambi i mondi, e questa è la cosa più deludente della nuova versione nativa per PS5: ogni modalità grafica ha i suoi svantaggi al punto che non c’è un’opzione definitiva.

Resident Evil 2 era un titolo dall’aspetto fantastico sulla console di ultima generazione di Sony e l’aggiunta di una risoluzione 4K nativa e del ray-tracing fa davvero brillare il gioco. La sala principale del dipartimento di polizia di Raccoon è incredibilmente lucida, con riflessi che spuntano dappertutto. Allo stesso modo, i corridoi bui che si diramano dalla famosa piazza d’ingresso sono ancora grondanti di atmosfera, intensificata su PS5 con una grafica cristallina.

Recensione di Resident Evil 2 - Screenshot 2 di 3

Il compromesso, tuttavia, è il frame rate. Avere il ray tracing attivo significa che il frame rate non rimane mai costante, scendendo costantemente e rovinando in qualche modo l’immersione. Non è un grosso problema mentre si cammina semplicemente per l’ambiente ed esplorando, ma più lo schermo diventa ricco di azione, più il frame rate diminuisce.

Se non sei interessato al ray tracing, l’altra modalità grafica è quella che fa per te. Apparentemente puntando a 120 fps (non citarci su questo, non siamo Digital Foundry), il gameplay è molto più fluido e nitido. Ancora una volta, tuttavia, devi sacrificare qualcosa. La grafica subisce un duro colpo se desideri raddoppiare il frame rate, e questo va oltre la generale mancanza di ray tracing. L’illuminazione ha un vero successo, così come i dettagli che compongono i modelli dei personaggi e gli oggetti nell’ambiente.

Pertanto, è stata creata una situazione in cui il gioco deve sempre scendere a compromessi su una cosa per migliorare qualcos’altro. Il ray tracing rende Resident Evil 2 migliore che mai, ma non sarà un’esperienza fluida poiché la frequenza dei fotogrammi diminuisce regolarmente. Potresti invece scegliere di raddoppiare quasi il frame rate, ma la grafica non è così calda. È frustrante non sapere quale sia il migliore in generale, creando circostanze in cui sai che alcuni aspetti sarebbero migliori dall’altra parte della medaglia.

Recensione di Resident Evil 2 - Screenshot 3 di 3

Almeno è abbastanza semplice navigare altrove. I tempi di caricamento fulminei ti faranno giocare in pochi secondi. Dopo aver scaricato i nostri salvataggi PS4 (e aver sbloccato automaticamente tutti i trofei), siamo stati in grado di visualizzare tutti i nostri stati di salvataggio in diversi playthrough come Leon e Claire. Non ci sono mai voluti più di tre secondi per premere il pulsante di caricamento e il titolo era pronto per essere riprodotto ancora una volta.

Anche i trigger adattivi della PS5 sono presi per un giro leggero; ogni arma simula la resistenza sul grilletto sinistro in modo leggermente diverso. È un’implementazione molto semplice, ma comunque benvenuta. Anche il feedback tattile è elencato come una funzionalità supportata su PS5, anche se non abbiamo potuto percepirne l’utilizzo al di fuori delle funzioni standard di vibrazione e rombo.

Nel complesso, questa versione per PS5 offre alcuni aggiornamenti di base rispetto all’edizione originale per PS4: è solo un peccato che non ci sia una modalità grafica definitiva da consigliare. Vale ancora la pena giocare al gioco nel 2022; la sua scintilla di survival horror non si è minimamente svanita. I fan adoreranno tornare al dipartimento di polizia di Raccoon con un ulteriore livello di brillantezza e i nuovi arrivati ​​​​hanno la possibilità di provare uno dei più grandi remake dei giochi. Un aggiornamento economico e allegro non rovina la qualità di Resident Evil 2.

Conclusione

Capcom non ha fatto di tutto con la sua versione PS5 aggiornata di Resident Evil 2, che offre a fan e nuovi arrivati ​​due modalità grafiche imperfette tra cui scegliere. Tuttavia, tempi di caricamento molto rapidi ti terranno immerso in un lampo, e il supporto per i trigger adattivi della PS5 aggiunge un’altra ruga in più. Resident Evil 2 è ancora buono come lo era tre anni fa; questa versione PS5 ti dà semplicemente la possibilità di rivivere tutto da capo con ulteriore splendore.

  • Resident Evil 2 è ancora un ottimo gioco
  • Sembra fantastico con il ray tracing
  • Tempi di caricamento fulminei
  • Semplice supporto per trigger adattivo PS5
  • Nessuna modalità grafica definitiva
  • Il feedback aptico non è evidente

Ottimo 8/10

Politica di punteggio