Categorie

Recensione: Resident Evil 3 (PS5) – Il remake deludente sembra e funziona molto meglio

Recensione: Resident Evil 3 (PS5) - Il remake deludente sembra e funziona molto meglio

  • Recensione di Resident Evil 3 - Screenshot 2 di 6
  • Recensione di Resident Evil 3 - Screenshot 3 di 6
  • Recensione di Resident Evil 3 - Screenshot 4 di 6
  • Recensione di Resident Evil 3 - Screenshot 5 di 6
  • Recensione di Resident Evil 3 - Screenshot 6 di 6

Ah, Resident Evil 3. Una versione PS5 non ripristinerà tutto quel contenuto tagliato, ma almeno il gioco ha un aspetto e funziona meglio sul nuovo sistema di Sony. Proprio come Resident Evil 2, Capcom non ha esattamente spinto la barca in termini di miglioramento del suo remake del sottovalutato titolo del 1999. Tuttavia, c’è poco di cui lamentarsi: Resident Evil 3 sembra e funziona meglio su PS5. Semplice.

Le stesse due modalità grafiche sono intitolate Resident Evil 3 su PS5; il primo riguarda il ray tracing a 60 fps mirati, mentre il secondo raddoppia l’obiettivo di frame rate e riduce la qualità visiva per renderlo possibile. Hai anche la possibilità di disattivare entrambe le opzioni e goderti la risoluzione 4K nativa.

Il ray tracing sembra più pronunciato qui rispetto a Resident Evil 2 poiché i laboratori Umbrella che compongono le aree di fine gioco brillano davvero con pareti bianche lisce che brillano di riflessi su tutto il gaff. Il gioco era già interessante su PS4, ma questo semplice aggiornamento ha fatto miracoli per Jill Valentine, Carlos e co. Non abbiamo notato così tanti cali di frame rate con il ray tracing attivato rispetto a Resident Evil 2, suggerendo che questo titolo potrebbe avere una gestione leggermente migliore.

Resident Evil 3 su PS5 sfrutta anche gli stessi rapidi tempi di caricamento del suo predecessore, consentendoti di entrare e uscire molto rapidamente dal gioco con facilità. Lo stesso vale per i trigger adattivi della PS5: è ancora una volta un supporto molto semplice, ma c’è un tocco di differenza tra pistole, fucili a pompa e lanciagranate.

Mentre una versione PS5 di Resident Evil 3 non potrebbe mai correggere i problemi evidenti del remake di PS4 – contenuto ridotto, tempo di esecuzione molto breve – almeno brilla con l’implementazione del ray tracing e una risoluzione 4K nativa. Capcom stava semplicemente cercando di rendere Resident Evil 3 un aspetto e un funzionamento migliore su PS5, e almeno ci è riuscito.

  • Sembra e funziona meglio su PS5
  • Il ray tracing fa miracoli per la grafica
  • Tempi di caricamento molto rapidi
  • Frame rate leggermente migliore rispetto a RE2
  • Un aggiornamento PS5 molto semplice
  • Gli stessi difetti di Resident Evil 3 su PS4

Buono 7/10

Politica di punteggio