Categorie

Recensione: Saints Row IV: Re-Elected (PS4) – Il ridicolo mondo aperto è un divertimento stupido

Recensione: Saints Row IV: Re-Elected (PS4) - Il ridicolo mondo aperto è un divertimento stupido

Ripubblicato mercoledì 13 luglio 2022: Riportiamo questa recensione dagli archivi dopo l’annuncio della formazione PS Plus Extra, Premium di luglio. Segue il testo originale.

Saints Row IV è il gioco sandbox definitivo per chiunque sia un po’ stanco dei tentativi più seri come Watch Dogs, Grand Theft Auto V o anche inFAMOUS: Second Son. È costantemente in pericolo di rompere il quarto muro, la sua trama è assurda e il suo gameplay è completamente esagerato. Sei il presidente degli Stati Uniti d’America, eserciti abilità da supereroe terribilmente sopraffatte e combatti brutti alieni in una simulazione virtuale per avvicinarti al loro leader, che ha fatto a pezzi la Terra insieme alla sua popolazione umana di circa sette miliardi. È giusto dire che o pensi che tutto questo suoni fantastico, o pensi che suoni semplicemente troppo stupido per essere divertente.

Se sei della precedente convinzione, è probabile che tu abbia già giocato a Saints Row IV su PlayStation 3, ma non c’è dubbio che Saints Row IV: Re-Elected sia la migliore versione per console dell’uscita, soprattutto perché non non viene eseguito a circa 15 fotogrammi al secondo la metà del tempo. In effetti, il quarto titolo dello stravagante franchise di Volition a volte ha davvero faticato sulla macchina precedente di Sony, ed è davvero l’unico fattore per il quale abbiamo segnato l’uscita altrimenti molto divertente nella nostra recensione.

Saints Row IV: recensione rieletta - Screenshot 2 di 4

Fortunatamente, come accennato, Re-Elected è molto più stabile dal punto di vista delle prestazioni. Puoi sparare i tuoi superpoteri come un pazzo e il gioco tenderà a tenere il passo. Non sorprende che sembri anche più impressionante, anche se probabilmente non nella misura che vorresti. La distanza di visualizzazione è molto migliore e l’illuminazione sembra molto più fluida, ma il titolo è ancora ricoperto di trame deludenti. Tuttavia, il gioco deve ancora bloccarsi completamente su di noi, quindi supponiamo che gli elogi siano dovuti dove è dovuto.

Passando rapidamente al gameplay, osiamo dire che la riedizione è una delle più divertenti che puoi avere su PS4. La versione virtuale della città di Steelport è pronta per il caos sandbox e il gioco offre questo a picche. Ti dà tutto ciò che potresti desiderare quando si tratta di divertirti, e poi ti lascia andare con la popolazione e i tuoi oppressori alieni. Può mancare un po’ di sfida, certo, ma è un titolo molto più interessato a vederti piegare le regole, piuttosto che lanciarti compiti difficili.

A proposito di compiti, la mappa è costellata di obiettivi opzionali da affrontare, dai semplici incarichi “uccidi ogni alieno” a preferiti come la frode assicurativa con i superpoteri e il caos dei carri armati. Tutto sommato, non c’è un solo tipo di missione che resista al suo benvenuto, a parte il terribile minigioco di hacking del negozio. In una versione che si vanta del ridicolo, questo puzzle mix-and-match incredibilmente addomesticato sembra totalmente fuori luogo e, francamente, non possiamo credere che sia entrato nel gioco originale, per non parlare della sua riedizione.

Saints Row IV: recensione rieletta - Screenshot 3 di 4

È il combattimento del titolo, tuttavia, che ruba la scena. Come accennato in precedenza, sei praticamente immerso in un flusso di nuove armi e superpoteri e la natura gratificante del gioco è ciò che manterrà il procedimento fresco. Attacchi in mischia omicidi, esplosioni elementali, lanci telecinetici e devastanti bombardamenti aerei sono all’ordine del giorno e combinare tutte queste tecniche con tutta una serie di pistole si rivela un’esperienza fluida e soddisfacente, soprattutto quando ti imbatti in una combinazione che gelifica davvero con il tuo stile di gioco.

Se c’è un aspetto negativo che ne viene fuori, però, è che alcuni giocatori potrebbero pensare di avere in realtà alcune opzioni di troppo. L’enorme quantità di poteri e armamenti offerti, insieme a tutti i loro successivi potenziamenti, a volte può essere schiacciante, ma se ti permetti di prendere le cose a un ritmo costante senza sprecare tutto il tuo denaro digitale su ogni progresso in vista ad ogni opportunità, scoprirai che c’è un sistema di progressione del personaggio piacevole e gratificante al lavoro qui.

Il che ci porta bene alla questione della personalizzazione. Non solo puoi tagliare e modificare le tue abilità come meglio credi, ma puoi anche costruire il tuo presidente perfetto con l’aiuto di centinaia di opzioni di personalizzazione. Maschio, femmina, pelle verde, grasso, magro, sexy, brutto: non importa chi o cosa decidi di creare, rafforzando ancora una volta la sensazione che il gioco vuole solo che tu ti diverta, indipendentemente dalle tue preferenze. Vale la pena sottolineare, tuttavia, che non siamo riusciti a trovare un’opzione per caricare il nostro personaggio dalla versione PS3 al momento in cui scriviamo. Non siamo sicuri che si tratti semplicemente di un caso in cui i server dei personaggi di Volition non sono stati ancora abbinati, ma se volevi importare il tuo Boss nell’edizione di nuova generazione, potrebbe valere la pena cercare risposte online.

Saints Row IV: recensione rieletta - Screenshot 4 di 4

Purtroppo, le cose non possono sempre riguardare la libertà del giocatore quando si tratta di essere gli ultimi resti della razza umana. Quando fai scalpore nello Steelport virtuale, è liberatorio saltare sopra i grattacieli e scivolare sulla mappa vestito come il Batman più da incubo che il mondo abbia mai visto, ma quando è il momento di portare avanti la trama, le cose non sono così folli.

In una svolta in stile Matrix, i tuoi superpoteri non vengono trasferiti nel mondo reale, dove sei a bordo di un’astronave rubata ai tuoi malvagi aggressori alieni. Ciò significa che durante molte delle missioni principali, dovrai fare affidamento esclusivamente sulla tua mira mentre spari ai tuoi nemici piuttosto che congelarli e distruggerli con una mazza da baseball. In quanto tale, la progressione della trama arriva con un po’ di svantaggio, ma per fortuna, la storia è divertente nonostante alcuni brevi filmati deludenti, la scrittura è spesso comica e le missioni stesse sono varie e generalmente molto divertenti da giocare.

Naturalmente, non possiamo finire questa recensione senza menzionare la colonna sonora, che è ancora probabilmente una delle migliori selezioni di musica che si possano trovare in un titolo sandbox. “The Touch” di Stan Bush è il titolo di una playlist che include “Simply Irresistible” di Robert Palmer, “The Boys are Back in Town” di Thin Lizzy e “What is Love” di Haddaway. Quando sei impegnato a portare il dolore alla feccia aliena sulla melodia del momento più orgoglioso di Optimus Prime, non c’è dubbio che stai davvero iniziando ad apprezzare il lato migliore del gioco.

Conclusione

Lo ami o lo odi, l’ossessione di Saints Row IV: Re-Elected per il ridicolo è ciò che lo distingue dal resto del mercato e la riedizione per PS4 è il modo migliore per vivere la follia. Insieme a espansioni extra (incluso Gat Out of Hell se acquisti il ​​pacchetto), il pacchetto ha molto valore, anche se non coglie l’occasione per basarsi sull’originale PS3. Un’esplosione dall’inizio alla fine, la storia di vendetta del presidente è il divertimento più stupido che puoi avere sulla nuova console di Sony, e lo intendiamo nel miglior modo possibile.

Ottimo 8/10

Politica di punteggio
Copia di revisione fornita da Deep Silver