Categorie

Recensione: Salt and Sacrifice (PS5) – Il cambiamento non è sempre positivo in questo deludente sequel

Recensione: Salt and Sacrifice (PS5) - Il cambiamento non è sempre positivo in questo deludente sequel

  • Recensione di sale e sacrificio - Screenshot 2 di 6
  • Recensione di sale e sacrificio - Screenshot 3 di 6
  • Recensione di sale e sacrificio - Screenshot 4 di 6
  • Recensione di sale e sacrificio - Screenshot 5 di 6
  • Recensione di sale e sacrificio - Screenshot 6 di 6

Abbiamo giocato tutti Sale e Santuario, giusto? Era un solido gioco di ruolo d’azione bidimensionale in stile “Soulsborne”, con un livello di difficoltà elevato ma un forte senso di equilibrio e una costante sensazione di progresso. L’entusiasmo, quindi, era in qualche modo prevalente per questo sequel, Sale e sacrificio. Sfortunatamente, siamo un po’ delusi da questa offerta, pur continuando a riconoscere che è un periodo abbastanza buono.

Vedi, questa seconda puntata offre una nuova funzionalità: Mage Hunts. Questo ne aggiunge alcuni Cacciatore di mostri salsa speciale per il doppio quarto di libbra che è Sale e Sacrificio, e quella salsa non sarà per tutti i gusti. Avrai bisogno di raccogliere risorse per evocare i maghi, inseguire detti maghi e ucciderli. Se fallisci e loro, invece, ti uccidono, spariranno dalla mappa e le cose che hai usato per farle apparire in primo luogo andranno perse.

Questo è rischio/ricompensa, certo, ma è un approccio piuttosto arbitrario. Anche la struttura è cambiata, con un focus su Anime di Demone-stile aree discrete piuttosto che un’enorme mappa interconnessa, quindi spostarsi non è più così ventilato come una volta – qui non ci si teletrasporta verso gli obelischi. È un grind in base al design, ma non sempre il tipo divertente di grind.

È un peccato, perché gran parte di quello che c’è qui è ancora così divertente. Il combattimento è intenso, impegnativo e vario, con un numero enorme di tipi di nemici contro cui combattere. Hai un sacco di opzioni di armi per personalizzare la tua build e la capacità di aumentare di livello apparentemente centinaia di statistiche diverse per portare la lotta ai maghi. È solo che quei combattimenti possono essere così ingiusti e unilaterali a causa degli elementi più casuali che possono gettare una chiave inglese nelle opere. Un coraggioso tentativo di qualcosa di nuovo, sì, ma alla fine fuorviante.

  • Combattimento vario e divertente
  • Design di livello forte
  • Atmosferico per colpa
  • Le cacce ai maghi sono una frustrante esplosione
  • Niente più viaggi veloci

Non male 6/10

Politica di punteggio
Copia della recensione fornita da Devoured Studios