Categorie

Recensione: Silt (PS5) – Immersioni subacquee con qualità premium

Recensione: Silt (PS5) - Immersioni subacquee con qualità premium

  • Recensione di limo - Screenshot 2 di 6
  • Recensione di limo - Screenshot 3 di 6
  • Recensione di limo - Screenshot 4 di 6
  • Recensione di limo - Screenshot 5 di 6
  • Recensione di limo - Screenshot 6 di 6

Si stima che circa l’80% degli oceani della Terra rimanga inesplorato, e Silt se ne compiace. Un puzzle subacqueo dell’esordiente indie Spiral Circus, la sua grafica eccezionale e il sound design inquietante creano la scena per un’affascinante immersione nell’ignoto in acque profonde.

Giochi nei panni di uno di questi snorkeler, che ha il potere di possedere la vita acquatica in cui si imbattono. Ogni specie ha le sue abilità uniche e queste costituiscono la base di enigmi sul piano 2D. Che si tratti di un piranha che divora i cavi, di un’anguilla elettrica in grado di alimentare macchinari subacquei o di un granchio con un guscio esterno resistente per rompere l’attrezzatura, ogni pesce ha il suo uso. Ne prenderai il controllo, userai il loro potere per cambiare l’ambiente intorno a te e poi tornerai al tuo corpo per progredire.

A parte alcune sequenze frustranti, i puzzle all’interno non sono mai particolarmente impegnativi. È sempre abbastanza chiaro cosa fare dopo: o un pesce vicino ospiterà l’abilità di cui hai bisogno per andare avanti o devi manipolare la scena per aprire nuovi percorsi. In quanto tale, si tratta più di vivere il viaggio di tre ore che Silt ti porta piuttosto che di risolvere rompicapi impegnativi. L’esecuzione è fondamentale e il gioco è tanto migliore per questo.

Ti dà la possibilità di ammirare davvero la sua splendida grafica in bianco e nero, abbinata a effetti sonori efficaci. Sembra davvero di essere sott’acqua; il protagonista respira pesantemente nella sua tuta mentre gli unici altri rumori provengono dalle profondità intorno a te. Non c’è quasi nessuna colonna sonora reale sovrapposta, ed è incredibile.

Tutto questo si unisce per creare un vero senso dell’atmosfera, accentuato da immagini interessanti sullo sfondo. Limo rimane vago per tutto il tempo, mantenendo la sua storia stretta al petto e accennando all’universo sottomarino solo attraverso le strutture attraverso le quali nuoti. L’unica piccola delusione è il frame rate, che balbetta davvero nelle aree più grandi.

Tuttavia, non toglie nulla al vero trionfo di Silt, con una grafica straordinaria, segnali sonori inquietanti e un divertente loop di gioco. Silt rappresenta ciò che rende così speciale l’indie: un grande gioco appena fuori dalla norma.

  • Meccanica di gioco divertente
  • Immagini incredibili
  • Atmosfera e immagini affascinanti
  • Sound design inquietante
  • Breve ma oh così dolce
  • Alcune scene frustranti
  • La frequenza dei fotogrammi balbetta in alcuni punti

Ottimo 8/10

Politica di punteggio
Copia di revisione fornita da Fireshine Games