Categorie

Recensione: Spirit of the North: Enhanced Edition (PS5) – Un’avventura meravigliosamente breve

Recensione: Spirit of the North: Enhanced Edition (PS5) - Un'avventura meravigliosamente breve

Ripubblicato mercoledì 13 luglio 2022: Riportiamo questa recensione dagli archivi dopo l’annuncio della formazione PS Plus Extra, Premium di luglio. Segue il testo originale.

È passato un anno da allora Spirito del Nord ci ha portato per la prima volta in un’avventura su PlayStation 4, ma con il recente lancio di PlayStation 5, Infuse Studio l’ha riportata per un secondo round. Ambientato in Islanda, ci troviamo a interpretare una normale volpe, guidata dal Guardiano dell’aurora boreale dopo che la terra e i cieli si sono macchiati di corruzione rossa. Attingendo fortemente dal folklore nordico, ci offre un’esperienza artistica che offre un aggiornamento visivo completo ma rimane trattenuto da controlli ingombranti.

Dalle tundre innevate alla vegetazione delle montagne, Spirit of the North ti trascina in questa storia intrigante attraverso la narrazione ambientale, senza narratori o dialoghi inclusi. È un grande mondo da esplorare, pieno di murales che raffigurano eventi passati e non c’è una minimappa che ti guidi. Tutto ciò che riceviamo sono indicazioni di localizzazione occasionali dal nostro amico custode, che ci guida in questo viaggio mentre combattiamo contro la misteriosa piaga. Diciamo combattimento, ma qui non c’è combattimento; questa esperienza viene completata risolvendo enigmi ambientali. Alcuni sono facilmente gestibili, come abbinare i simboli tra una serie di statue, ma diventa più complicato man mano che avanzi.

Spirit of the North: Enhanced Edition Review - Screenshot 2 di 3

Iniziando con una serie di mosse base di corsa, salto e raccolta di oggetti, la Volpe sblocca gradualmente nuovi poteri spirituali, che richiedono l’energia spirituale per attivarsi. È ottenuto dai fiori blu e puoi trasferire questa energia per potenziare i legami di pietra. Quando è potenziata, la Volpe può rilasciare esplosioni di energia per distruggere qualsiasi corruzione radicata, incanalare il tuo corpo spirituale in un’altra posizione per un breve periodo di tempo e scattare dello spirito per atterrare quei salti extra lunghi. Anche i bastoni giacciono in giro, insieme ai resti scheletrici di alcuni spiriti sciamani scomparsi da tempo. Riunirli con il personale apre nuove strade per cominciare, anche se in seguito diventa più un extra opzionale.

La storia è divisa in capitoli ma tutto ciò che serve è un pomeriggio per completarla, impiegando diverse ore senza perdersi. Per la maggior parte, Spirit of the North si combina bene, presentandoci un’esperienza artistica raffinata che ti catturerà, usando efficacemente la narrazione ambientale per attirarti in questo mondo. Il gameplay a volte può essere lento, il che sarà certamente scoraggiante per alcuni, e ci sono momenti in cui non è chiaro cosa sia necessario per avanzare, ma il gioco premia chi ha pazienza. Tutto questo è supportato da una colonna sonora completamente orchestrata che dà vita a questo mondo, anche se i cambi di canzone non sono particolarmente sottili.

Detto questo, contiene diversi difetti che è difficile ignorare e molto di questo riguarda i controlli. Questo non è un problema durante l’esplorazione di base, che ti consente di correre attraverso ampi campi aperti, ma può sembrare un po’ rigido quando si tratta di saltare. Considerando che alcuni segmenti di platforming richiedono una maggiore precisione, diventa facile commettere errori e possono richiedere molto tempo. Sfortunatamente, questo era anche un problema all’interno dell’edizione PS4, quindi è un peccato che Infuse Studios non abbia dedicato più tempo a risolverlo.

Spirit of the North: Enhanced Edition Review - Screenshot 3 di 3

Detto questo, dove Spirit of the North beneficia davvero dell’aggiornamento di nuova generazione della Enhanced Edition risiede nella grafica, con texture/oggetti rimasterizzati e illuminazione migliorata per un gioco già bellissimo. Aumentando la risoluzione a 4K, mette davvero in risalto i dettagli più fini di questi paesaggi islandesi, girando senza intoppi a 60 fotogrammi al secondo. Meglio ancora, include anche una modalità foto per trarne il massimo vantaggio e ci sono anche skin di volpe sbloccabili tra cui scambiare, incluse due nuove per questo remaster.

Conclusione

Infuse Studio ha svolto un lavoro fantastico nel rimasterizzare la grafica di Spirit of the North per PS5, ma sebbene sia meravigliosa, questa edizione trascura gli elementi che necessitavano maggiormente di un aggiornamento. Sebbene i controlli rimangano rigidi e i tuoi obiettivi non siano sempre chiari, chiunque sia disposto a guardare oltre troverà un’esperienza meravigliosa al centro. Se stavi cercando un nuovo gioco di avventura, Spirit of the North è breve ma dolce e, nonostante questi difetti, viene consigliato.

  • Splendide immagini e un’arte straordinaria
  • Interessante mitologia dietro
  • Storia coinvolgente
  • Colonna sonora deliziosa
  • Non è sempre chiaro quale sia il tuo prossimo passo
  • I controlli sono rigidi
  • Occasione sprecata per risolvere i problemi originali

Buono 7/10

Politica di punteggio
Copia di revisione fornita da Infondere Studio