Categorie

Recensione: Steelrising (PS5) – French Souls-Like è quasi eccezionale

Recensione: Steelrising (PS5) - French Souls-Like è quasi eccezionale

Dopo anni di giochi di ruolo mediocri e titoli polizieschi di second’ordine, Spiders Studio ha finalmente iniziato a realizzare il suo potenziale nel 2019 con GreedFall. Un gioco di ruolo davvero buono con una ricca costruzione del mondo e un solido combattimento, era la prova che il team francese aveva le capacità per produrre qualcosa di speciale. Tre anni e un cambio di genere dopo, lo sviluppatore torna con Steelrising. Rappresenta l’ennesimo salto di qualità per la squadra. Tuttavia, un difetto tecnico di troppo ostacola quello che dovrebbe essere un titolo di qualità.

Piuttosto che un vasto gioco di ruolo con molti personaggi da incontrare e un vasto mondo da esplorare, Steelrising è un Souls in tutto e per tutto. Mantiene la narrazione e le scelte dei precedenti giochi di Spiders Studio – ci sono più finali da sbloccare in base alle tue decisioni – ma è radicato nella realtà come qualsiasi altra esperienza di Dark Souls.

Ambientato durante la Rivoluzione francese alla fine del 1700, l’esercito di re Luigi XVI è stato sostituito da legioni di automi. Queste minacce robotiche vagano per le strade di Parigi, stanando ed eliminando ogni tentativo di rovesciamento. Tu, un automa personalizzabile di nome Aegis, lascia il tuo posto di guardia del corpo della regina per cercare di porre fine alla tirannia del re.

Recensione Steelrising - Screenshot 2 di 6

C’è una cosa che non puoi togliere a Steelrising, ed è la sua ambizione. Sostituire gli eventi della vita reale della Rivoluzione francese con soldati meccanici richiede un po’ di audacia e il risultato è un’ambientazione davvero unica nella sfera di gioco. Sebbene tu possa riconoscere alcuni famosi punti di riferimento francesi durante le circa 12 ore di campagna, le strade devastate dalla guerra e i pericoli che le pattugliano sono alieni. I candelabri animati si atteggiano a combattimenti contro i boss, i trombettisti trasformano le loro melodie in danni e vasi giganteschi con la testa portano branchi di cani di metallo.

Un approccio non ortodosso alla narrazione, all’ambientazione e al design dei nemici, in effetti, ma funziona. Il gioco sarà per sempre separato da qualsiasi altro tentativo simile a Souls di replicare la formula FromSoftware. Spiders Studio si impegna nella sua versione meccanica della Rivoluzione francese, tenendo conto di ogni aspetto per assicurarsi che si adatti alla versione alternativa della storia. Semmai, lo sviluppatore dovrebbe essere elogiato per questo.

Dove deve contare per qualsiasi Souls-like, però, è nel combattimento. Steelrising è più simile a Elden Ring, con combo eseguibili a terra e un pulsante di salto per la velocità verticale. Limitato dalla barra della resistenza standard, lavorerai con l’energia che hai per bloccare, schivare e attaccare i nemici da terra o in aria. I controlli sono reattivi e i tuoi attacchi sembrano pesanti, in particolare quando scagli un combattente e lo fai schiantare a terra.

Recensione Steelrising - Screenshot 3 di 6

La varietà di armi davvero buona garantisce che troverai lo strumento giusto per il tuo stile di gioco, con due equipaggiabili in qualsiasi momento da sette classi diverse. Ciò espande notevolmente le tue capacità poiché Aegis può avere la sua arma principale in uno slot, ma poi uno strumento basato su proiettili nel secondo che infligge danni da lontano e agisce sulle debolezze elementali. Passare rapidamente da uno all’altro è fondamentale per sconfiggere i boss e il tuo equipaggiamento può quindi essere arricchito con le solite bombe e pozioni. Tutto si unisce per creare un sistema di combattimento mobile con una sorprendente quantità di possibilità e combinazioni.

Sarai già abituato a tutto ciò che il titolo ha da offrire se hai familiarità con il genere: cronometra le schivate correttamente, ritirati al momento giusto per recuperare resistenza e non diventare troppo avido. I falò sono chiamati Vestali e la valuta lanciata dai nemici può essere utilizzata per aggiornare le tue statistiche o acquistare nuovi oggetti. Sai, è un Souls-like.

Ciò che fa in modo leggermente diverso, tuttavia, è in realtà far contare il tuo personaggio e gli aggiornamenti delle armi. Potremmo davvero sentire Aegis crescere in forza man mano che progrediamo, sia aumentando la sua potenza d’attacco, allacciando un’armatura extra o dandole più salute. Mentre in un gioco di Dark Souls a volte può sembrare che tu stia solo aumentando le statistiche per il gusto di farlo, in particolare quando raggiungi un livello elevato, Steelrising fa contare ogni miglioramento. È soddisfacente notare che i nemici muoiono per un minor numero di colpi.

Recensione Steelrising - Screenshot 4 di 6

Questo eleva il sistema di combattimento; è uno con cui vuoi impegnarti attivamente per puro divertimento. Man mano che Aegis cresce in potere, aumenta anche la tua sicurezza e il tuo potenziale per impiegare mosse più potenti e attacchi a catena insieme per abbattere rapidamente un nemico. Quando tutto funziona su tutti i cilindri, il gioco è fantastico da giocare.

Strutturalmente, Steelrising si estende su otto sedi in tutta la Francia, tra cui Saint-Cloud, Versailles e Lussemburgo. Queste aree si aprono man mano che avanzi nella storia, portando con sé missioni secondarie opzionali. Sono tutti separati l’uno dall’altro; non puoi trattare il titolo come un mondo aperto e viaggiare senza soluzione di continuità tra tutti loro. In effetti, ogni distretto è davvero abbastanza lineare.

Mentre ci sono segreti da scoprire e piccole aree opzionali da trovare, c’è sempre solo un modo per andare davvero. Il gioco ti spinge sempre in avanti verso il prossimo obiettivo principale, con scorciatoie per tornare alle Vestali sbloccate lungo il percorso. C’è un certo grado di libertà una volta che l’intero livello è stato aperto – questo è il momento migliore per completare le missioni secondarie, ad esempio – ma i muri invisibili ti impediranno sempre di deviare dai sentieri battuti.

Recensione Steelrising - Screenshot 5 di 6

Un po’ di varietà può essere ottenuta dalle abilità che sbloccherai durante la campagna. Uno scatto al rallentatore, un rampino e un calcio potente aggiungono un po’ di platform leggero all’esplorazione. E mentre puoi usarli solo quando il gioco lo ritiene necessario, sono divertenti da usare. Svolgono anche un piccolo ruolo in combattimento: infliggono un po’ di danni e aiutano ad accumulare debolezze elementali.

Deludere l’intero pacchetto, tuttavia, è ciò che sta succedendo sotto il cofano. Il nostro playthrough è stato costantemente rovinato da piccoli bug visivi e tecnici. Le barre della salute nemiche scomparirebbero casualmente, i prompt interattivi non funzionerebbero e il pop-in delle texture è estremamente comune. L’audio verrebbe anche interrotto completamente durante molte scene di dialogo, il che significa che non avresti idea di cosa sta succedendo senza i sottotitoli. Inoltre, il gioco ti avvisa del suo punto di non ritorno prima di dirigersi nell’area finale. Dice che creerà un file di salvataggio separato in modo da poter tornare ad altre aree e accedere a qualsiasi contenuto futuro. Quel secondo salvataggio non è mai stato generato.

Il gioco è perfettamente giocabile nel suo stato attuale ed è stata programmata una patch per il lancio del day one, ma non possiamo garantire che l’aggiornamento risolverà tutti i difetti che abbiamo riscontrato. In generale, la chiusura dell’app PS5 e il riavvio hanno risolto qualsiasi problema si fosse verificato, ma è deludente vedere un gioco dannatamente deluso dalle sue carenze tecniche.

Recensione Steelrising - Screenshot 6 di 6

Non è nemmeno molto bello. Non ci saremmo mai aspettati che Steelrising spingesse la PS5 al limite, ma il titolo sembra decisamente last-gen con modelli di personaggi scadenti e ambienti noiosi. Non una volta siamo rimasti colpiti dal suo splendore visivo. Forse la cosa più sconcertante di tutte, tuttavia, è che il gioco è esclusivo dei sistemi di generazione attuale. Senza una versione PS4 che lo trattiene, ti piacerebbe pensare che Spiders Studio investirebbe per far brillare il suo titolo. Tuttavia, non è così, e senza alcun trigger adattivo o supporto di feedback tattile di cui parlare, il rilascio sembra un’opportunità un po’ sprecata.

Conclusione

Steelrising è il miglior gioco di Spiders Studio fino ad oggi, ma troppi bug e problemi tecnologici lo trattengono dalla grandezza. Il suo sistema di combattimento rimane coinvolgente e divertente per tutto il tempo, e l’esclusiva versione meccanica della Rivoluzione francese significa che vivrà più a lungo nella memoria rispetto ai precedenti tributi FromSoftware. Per ora è uno per i fanatici del genere, ma sei mesi dopo, Steelrising potrebbe essere in perfetta forma. Vale più della pena giocare a quel punto.

  • Ambiente e trama davvero unici
  • Sistema di combattimento mobile e divertente
  • Aggiornamenti soddisfacenti
  • Abilità piacevoli
  • Troppi bug e glitch
  • Immagini datate
  • Un po’ troppo lineare a volte

Buono 7/10

Politica di punteggio
Copia di revisione fornita da Nacon