Categorie

Recensione: Temtem (PS5) – Una versione rinfrescante e moderna del gioco di ruolo che combatte i mostri

Recensione: Temtem (PS5) - Una versione rinfrescante e moderna del gioco di ruolo che combatte i mostri

Temtem è tecnicamente disponibile su PS5 da quasi due anni, ma con il gioco ormai uscito dalla sua fase di accesso anticipato, è ora di dargli una scossa adeguata. Il gioco di ruolo ora è completamente descritto e mentre alcuni potrebbero sventolarlo a mano come un’imitazione empia di Pokémon, il gioco fa abbastanza per stare in piedi da solo.

Fondamentalmente, è familiare. Come giovane aspirante allenatore di Temtem, ti viene dato uno dei mostri titolari e una Tempedia per dare il via al tuo viaggio. Mentre ti avventuri nell’Arcipelago Aviotrasportato, i tuoi obiettivi sono semplici: catturare nuove specie di Temtem, addestrare una squadra di sei, combattere altri domatori e infine diventare il migliore, come nessuno è mai stato. Questo framework è provato e testato, ovviamente, ma funziona; trovare nuovi mostri, imparare quali ti piacciono e progredire nel mondo rimane avvincente qui.

Abbastanza rapidamente, il gioco prende le distanze dalla sua ispirazione. Puoi personalizzare completamente il tuo personaggio, per prima cosa, ma è con le battaglie che inizierai a notare alcune differenze chiave. Sono 2 contro 2 come standard. Questa non è un’idea nuova, ma avere tutti i combattimenti in questo formato significa una maggiore enfasi sul gioco strategico. Le mosse che le tue creature imparano spesso andranno a beneficio del loro compagno di squadra sul campo di battaglia, o diventeranno più forti a seconda del tipo del loro alleato. Un semplice esempio: una mossa di tipo Acqua infligge danni regolari, ma se l’altro Temtem sul tuo lato del campo ha tipo Fuoco, la mossa infliggerà anche l’effetto dello stato Brucia. Ci sono tutti i tipi di opportunità sinergiche come questa, e significa che i set di mosse possono influenzare chi scegli di essere nel tuo gruppo.

Recensione di Temtem - Screenshot 2 di 3

Le battaglie possono essere sorprendentemente impegnative, e non è solo perché devi pensare più a fondo a quali mostri stai inviando. Ogni mossa ha un costo di resistenza, preso da un metro sotto la salute del tuo Temtem. Tecniche più forti costeranno di più, ma ovviamente esauriranno la tua barra della resistenza più velocemente. Usando una mossa che non puoi “permetterti” inizierai invece a usare HP, e questo affaticherà eccessivamente il tuo Temtem, il che significa che salteranno un turno. La gestione della resistenza informerà anche la tua scelta delle mosse oltre alle sinergie di squadra e alla tipizzazione dell’opposizione. In effetti, alcune mosse ti costringono effettivamente a pensare se un Temtem è a sinistra oa destra; la tecnica Chain Lightning, ad esempio, colpisce Temtem a sua volta tre volte, muovendosi in senso orario. Tutto ciò, oltre ai vantaggi di tipo e ai tratti Temtem, che sono abilità passive che possono attivarsi durante le battaglie, significano che c’è una buona quantità a cui pensare.

Durante il gioco incontrerai molti altri domatori, che si tratti di partite amichevoli tra città, del rivale Max o dell’avversario Clan Belsoto. Di solito costeggiano il percorso in avanti attraverso il mondo, che è piuttosto vario attraverso le sei isole principali. Deniz inizia con grandi specchi d’acqua e semplici pianure erbose, mentre Omninesia introduce boschi autunnali e un grande vulcano, e così via. I progressi sono piuttosto lineari, anche se sei libero di esplorare come preferisci. Ci piace la natura quasi Metroidvania del gioco; durante la missione principale raccoglierai attrezzature che ti permetteranno di raggiungere nuove aree facendo surf, arrampicandoti, pattinando su determinate superfici e altro ancora. È un ambiente ben progettato.

Recensione di Temtem - Screenshot 3 di 3

La spinta principale dell’avventura ti porta attraverso otto Dojo che agiscono come ti aspetteresti, mettendo alla prova la tua forza e le tue abilità. Questa struttura familiare è supportata da una storia e da personaggi che, purtroppo, non vivranno a lungo nella memoria, anche se alcuni cambiamenti tonali contrastanti potrebbero sollevare un sopracciglio. Gli NPC umani non sono memorabili, in realtà, si fondono con tutti gli altri a causa di caratteristiche facciali, capelli e vestiti simili. Gli stessi Temtem sono un po’ migliori, con una manciata di design accurati, anche se abbiamo riscontrato che la maggior parte è anche piuttosto blanda.

Fortunatamente, se ti piace giocare nonostante i difetti del gioco, c’è molto da fare. C’è una campagna principale abbastanza lunga da portare a termine, dozzine di missioni secondarie, battaglie e tornei competitivi e molto altro una volta raggiunta la fine del gioco. Inoltre, Temtem è sempre online e il mondo è popolato da altri giocatori che svolgono i loro affari. Attraverso i menu puoi interagire con loro combattendo, scambiando, inviando messaggi e puoi persino unirti a loro in cooperativa. Ciò ti consente di giocare la storia insieme a un altro domatore, seguendo quello che si trova all’inizio della missione principale. È un grande gioco, per non parlare dei cosmetici che puoi acquistare con valuta o del Tamer Pass con ancora più premi.

Il fatto che sia online significa solo che si verificano occasionali interruzioni del server o altri problemi tecnici, ma non è così frequente da essere troppo fastidioso. Un grande vantaggio è che non c’è nessun salvataggio manuale di cui preoccuparsi; il gioco traccia i tuoi progressi, anche fino a dove ti trovavi quando hai spento il gioco. A volte il gioco si interrompe per un secondo quando entri o esci da un edificio, ma a parte questo, le prestazioni sono di 60 fotogrammi al secondo molto fluide. Dobbiamo anche dare un rapido grido al feedback tattile DualSense, che è stato implementato molto bene, in particolare durante le battaglie.

Conclusione

In generale, Temtem è un gioco di ruolo ben fatto e generoso per l’addomesticamento dei mostri che si differenzia abbastanza dalla concorrenza ovvia. Il sistema di combattimento è forse il suo principale punto di forza, offrendo combattimenti 2 contro 2 piuttosto impegnativi anche contro incontri selvaggi. È pieno zeppo di cose da fare e la sua integrazione online significa che è facile connettersi con altri giocatori. I design delle creature potrebbero essere migliori e la scrittura e i personaggi umani non sono particolarmente memorabili, ma se il gioco fa clic per te, quei punti deboli svaniranno in secondo piano.

  • Battaglie impegnative e tattiche
  • Mondo interessante da esplorare
  • Integrazione online moderna
  • Ci sono un sacco di cose da fare e da vedere
  • Tattili DualSense sorprendentemente buoni
  • I design dei mostri non sono fantastici
  • Personaggi umani dimenticabili
  • Diventa piuttosto grintoso
  • Problemi tecnici occasionali

Buono 7/10

Politica di punteggio
Copia di revisione fornita da Humble Games