Categorie

Rumour: il prossimo gioco di Assassin’s Creed, Rift, sarà ambientato a Baghdad

Rumour: il prossimo gioco di Assassin's Creed, Rift, sarà ambientato a Baghdad

Il franchise di Assassins Creed abbraccia in lungo e in largo la storia umana e i fan adorano speculare su dove e quando avrà luogo il prossimo capitolo. All’inizio di oggi, ci è stato dato più spunti di riflessione sull’argomento.

Jason Schreier di Bloomberg ha ribadito la sua precedente segnalazione, confutando una possibile impostazione azteca:

“Il prossimo gioco di AC è Rift, ambientato a Baghdad”. disse Schreier. “Dopo quello sarà AC Infinity, e anche se includerà un sacco di giochi/esperienze/biomi/come vuoi chiamarli, ho sentito parlare dei due principali e nessuno dei due è azteco.”

Schreier ha fatto questo commento in un post su Reddit discutendo di Jeremy “ACG” Penter rivendicare su Twitter che il prossimo titolo di Assassin’s Creed sarebbe caratterizzato da un’ambientazione azteca.

Abbiamo sentito sussurri su Rift all’inizio di quest’anno grazie alla segnalazione iniziale di Schreier. Il gustoso bocconcino che Rift vedrà Basim Ibn Ishaq di Assassin’s Creed Valhalla tornare come protagonista di un titolo più piccolo e più incentrato sulla furtività è stato supportato da Eurogamer.

Vale la pena notare che l’ambientazione azteca, sebbene intrigante, non si allineerebbe cronologicamente se Basim dovesse essere descritto come protagonista a meno che non fossero coinvolti una sorta di viaggio nel tempo o gli imbrogli dell’Animus. Il Valhalla è ambientato negli anni 870 d.C., mentre l’Impero azteco non fu fondato fino a mezzo millennio dopo, nel 1428.

Baghdad, che è la capitale dell’attuale Iraq, fu la capitale del potente califfato abbaside durante il periodo altomedievale in cui si svolge il Valhalla e dove nacque Basim. Sarebbe un’ambientazione affascinante da esplorare, riportando la serie alle sue radici, e ha un senso logico se si considera la storia personale di Basim.

Qui sperando di ottenere la conferma ufficiale di Rift durante lo showcase di Ubisoft Forward previsto per settembre.

Cosa ne pensi dell’affermazione di Penter e della confutazione di Schreier? Dove pensi che andrà il franchise di Assassin’s Creed? Fatecelo sapere nella sezione commenti qui sotto.