Categorie

Secondo Reggie Fils-Aime, Wii Sports non è stato quasi incluso in bundle

Secondo Reggie Fils-Aime, Wii Sports non è stato quasi incluso in bundle

Dover lottare per un gioco gratis.

Reggie Fils-Aime ha ricevuto molti elogi per il suo libro rivelatore “Disrupting The Game”, in cui racconta il suo tempo in Nintendo, nell’industria dei giochi nel suo insieme e altro ancora. Ma una storia chiave di cui racconta è Wii e Wii Sports.

Molti notano che il successo di entrambi è legato al modo in cui sono stati raggruppati insieme. Qualcosa per cui nel libro, Reggie Fils-Aime ha notato che doveva lottare seriamente.

“Ho sostenuto di confezionare Wii Sports con Wii in modo che ogni consumatore potesse accedere a questo fantastico contenuto. Dopo aver dato questo suggerimento, il signor Iwata si è fermato abbastanza a lungo da farmi notare il debole ronzio delle luci a incandescenza nel suo ufficio e sentirmi a disagio. «Reggie», disse il signor Iwata. ‘Nintendo non regala contenuti preziosi gratuitamente. Lavoriamo sodo per creare esperienze speciali. È un software unico che motiva i consumatori ad acquistare il nostro hardware e ci aspettiamo di vendere questi giochi per lunghi periodi di tempo. No, non dovremmo fare i bagagli in Wii Sports.’

‘Sig. Iwata, capisco il valore del nostro software. So che il software unico ha sempre differenziato Nintendo. Ma sappiamo che Wii è un concetto molto diverso nella storia dei videogiochi. Wii si concentra su un gameplay unico. L’obiettivo di Wii è quello di espandere i giochi dalla sua attuale nicchia a un mezzo di mercato di massa. Wii Sports ha il potere di farlo. Wii Sports può essere un elemento unificante per tutti i giocatori del sistema ed essere una motivazione chiave per le persone ad acquistare il sistema e divertirsi immediatamente. Inoltre, signor Iwata, so che Nintendo ha una storia di utilizzo di software integrato per pilotare una console.’ Lo sapevo per esperienza personale poiché avevo acquistato il mio Super Nintendo Entertainment System con un bundle che includeva Super Mario World”.

Anche se suona come un ottimo argomento, Nintendo non era del tutto convinta. Quindi è stato fatto un compromesso sul fatto che in Giappone avrebbero venduto il gioco separatamente, mentre in Occidente lo avrebbero semplicemente impacchettato. La mossa complessiva ha aiutato la Wii a vendere oltre 100 unità e Wii Sports ha contribuito a coinvolgere sempre più persone per rendere possibile quel numero … perché era in bundle.

Fonte: Nintendo Tutto