Categorie

Soapbox: Ho provato così tanto a farmi piacere Elden Ring, ma non ci sono riuscito

Soapbox: Ho provato così tanto a farmi piacere Elden Ring, ma non ci sono riuscito

Immagine: PS5 Giochi Guida

Nonostante non avessi mai giocato a nessuna delle precedenti versioni di FromSoftware, la presentazione di Bloodborne era troppo intrigante per me per lasciar perdere al lancio. Ho giocato per qualche ora, ho battuto un paio di boss e non mi è piaciuto. Avanti veloce fino al 2022. Viene lanciato Elden Ring e tutti i miei amici parlano con entusiasmo delle loro esperienze ogni volta che siamo a una festa. Questo mi rende ansioso di dare un’altra possibilità a Bloodborne. Quindi, dopo sette anni, lo riprendo e lo adoro. Qualcosa scatta questa volta e l’orribile regno gotico di Yharnam mi trasporta nel paradiso dei giochi. Questo estremo cambiamento di opinione mi ha permesso di convincermi che avrei dovuto provare anche io Elden Ring. E dopo aver dedicato un’immensa quantità di tempo a Elden Ring, desiderando così tanto che mi piacesse tanto quanto mi piaceva Bloodborne, semplicemente non è successo.

Il ciclo di gioco di FromSoftware è interessante. Guadagnare XP, con la possibilità di perderli per qualche passo falso negligente o provare ad affrontare troppi combattenti è un ottimo modo per insegnare la cautela. Ma, a differenza degli spazi chiusi labirintici di Bloodborne, la natura del mondo aperto di Elden Ring mi ha sfregato nel modo sbagliato. Non mi interessano molto i titoli open world e durante l’inizio del gioco non mi sono mai sentito sicuro di andare nella giusta direzione. Mi sentivo senza scopo e mi sono accontentato di esplorare gli splendidi ambienti a caso. Questo è stato perfettamente piacevole per un certo periodo, poiché il mondo presentato da FromSoftware era denso di possibilità intriganti. Ma alla fine, volevo iniziare a dare un significativo slancio in avanti nel gioco, il che significava affrontare il più grande ostacolo che ho incontrato nel godermi il gioco: gli incontri con i boss.

Elden Ring PS5 PlayStation 5 2Immagine: PS5 Giochi Guida

Non mi è piaciuta la maggior parte dei combattimenti contro i boss in Elden Ring. Dato come mi sono sentito riguardo ai boss in Bloodborne, questo diventare un ostacolo è stato una sorta di sorpresa. Molti di quei combattimenti sono stati unici e memorabili, oltre che gratificanti da vincere. Sconfiggere quelle orribili creature mi ha lasciato con un misto di immensa soddisfazione e un battito cardiaco martellante grazie all’intensità del combattimento. E i combattimenti che non sono stati impegnativi, hanno trovato altri modi per essere interessanti, come l’incontro con Mikolash. Avevo pensato che sarei uscito con quella stessa sensazione riguardo a Elden Ring.

Ma quando ripenso ai combattimenti con i boss in Elden Ring, la prima emozione che mi viene in mente è l’irritazione. La maggior parte dei miei ricordi dei combattimenti del gioco sono di fastidio. I nemici avevano attacchi che sembravano non schivabili o non bloccabili. Altri avevano combo che hanno funzionato per troppo tempo. Ancora di più erano così aggressivi che la guarigione divenne quasi impossibile. Alcuni erano una combinazione di tutto quanto sopra. È diventata una distrazione, qualcosa in prima linea nella mia mente. Ha reso più difficile godersi l’arte e l’artigianato che sono andati in tutti questi incontri. Le catacombe hanno esacerbato questo problema. Sebbene a prima vista, questi fossero un ottimo modo per aggiungere più contenuti al gioco, hanno anche ripetuto i boss con una certa regolarità. E più vedevo nemici che già sapevo che non mi piaceva affrontare, meno eccitavo vedevo cosa sarebbe successo dopo.

Elden Ring PS5 PlayStation 5 3Immagine: PS5 Giochi Guida

I nemici che alla fine non mi piacevano sono diventati un numero immenso: Crucible Knights, Ulcerated Tree Spirits, Black Knife Assassins, l’elenco potrebbe continuare all’infinito. Arriverebbe persino a includere molti tipi di nemici regolari, Profumatori e simili. Alla fine del gioco, c’erano più nemici che non mi piaceva incontrare di quelli che mi piacevano. E questo è arrivato al culmine quando alla fine, a Crumbling Farum Azula, ho quasi disinstallato il gioco. ne avevo abbastanza. Perché stavo ancora giocando, cosa stavo cercando di dimostrare a me stesso?

Ma sapendo di essere così vicino alla fine, l’ho tirato fuori. Quando sono arrivati ​​i titoli di coda, non ero soddisfatto o felicissimo: ero sollevato. Libero dalla mia testardaggine che mi ha impedito di tornare, anche se sapevo che non mi stavo divertendo. Ero così vicino ad amare questo gioco che potevo quasi assaporarlo. Ma quando l’ho guardato da lontano, ho visto quanto lontano dovevo ancora andare. Ci sono stati momenti. Scorci. La direzione artistica è stata impeccabile, la musica immacolata. Raya Lucaria è stata fantastica. Sono sopravvissuto a momenti fugaci, convinto che il gioco sarebbe cresciuto fino a raggiungere le aspettative che avevo su di esso. Questo prossimo incontro. Questa prossima regione. Questo lo farà.

Elden Ring PS5 PlayStation 5 4Immagine: PS5 Giochi Guida

Ma non è mai successo. Ho continuato, ho continuato a giocare, ho continuato ad aspettare. L’ho odiato? No, c’erano troppi aspetti positivi per dirlo oggettivamente. Bene, in quel caso, mi è piaciuto? Ancora una volta, no. Ho passato più tempo ad aspettare per divertirmi che a divertirmi davvero. Quindi, anche se posso dire di aver battuto Elden Ring, sarebbe una bugia dire che mi è piaciuto. E suonarne così tanto, è davvero deludente.

Hai faticato a goderti anche Elden Ring, o pensi che sia un capolavoro? Quali sono le tue impressioni sull’uscita nel mondo aperto di FromSoftware ora che hai avuto il tempo di digerirlo correttamente? Diventa bravo nella sezione commenti qui sotto.