Categorie

Sony è ancora il secondo produttore di denaro più grande di giochi, ma sembra destinato a essere superato

Sony è ancora il secondo produttore di denaro più grande di giochi, ma sembra destinato a essere superato

Immagine: PS5 Giochi Guida

Sony ha mantenuto la sua posizione di secondo produttore di denaro nel settore dei giochi per l’anno finanziario terminato il 31 marzo, ma sembra destinata a perdere una posizione una volta finalizzata l’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft. PlayStation ha raccolto $ 18,2 miliardi di entrate per il precedente periodo fiscale, che è stato eclissato solo dagli strabilianti $ 32,2 miliardi di Tencent. Apple ha completato le prime tre posizioni con $ 15,3 miliardi.

Nella ricerca, compilata da Newzoo e riportata da Venture Beat, PlayStation ha effettivamente registrato un calo del 2,3% anno su anno, dovuto in gran parte al azione PS5 problemi e l’allentamento delle restrizioni di blocco. Molte persone sono state spinte verso i giochi durante il culmine della pandemia, che ha visto un enorme aumento del coinvolgimento su console di gioco come PS5 e PS4. Con l’attenuarsi di questi problemi, molti stanno lentamente tornando alle loro solite routine, lasciando meno tempo per il gioco.

Indipendentemente da ciò, sembra che la posizione di Sony al secondo posto sia destinata a diminuire, poiché è probabile che l’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft renderà il suo reparto giochi un giocatore più redditizio di quello di PlayStation, a meno che, ovviamente, non risponda in modo gentile. La divisione Xbox ha raccolto 12,9 miliardi di dollari di entrate per l’anno fiscale precedente, mentre Activision Blizzard ha gestito 8,1 miliardi di dollari.

Nintendo, per motivi di interesse, ha registrato 8,1 miliardi di dollari, ma vale la pena ricordare che profitto e ricavi non sono gli stessi e la Casa di Mario è estremamente redditizia nonostante i suoi ricavi siano inferiori. Sarà interessante vedere come il business di PlayStation matura nella prossima generazione, poiché guarda a nuovi vettori di crescita, come il reboot PS Plus abbonamento e giochi per PC.