Categorie

Sony non lascerà andare l’acquisizione Activision da 69 miliardi di dollari di Microsoft, sottolinea che è dannosa per i giochi

Sony non lascerà andare l'acquisizione Activision da 69 miliardi di dollari di Microsoft, sottolinea che è dannosa per i giochi

Immagine: PS5 Giochi Guida

L’enorme acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft è stata la grande storia del settore per un po’ di tempo ormai, e poiché tutto il legalese sta accadendo a seguito dello shock della notizia stessa, la portata dell’offerta sta facendo vere ondate. Mentre il Regno Unito e l’UE si preparano a indagare ulteriormente sulle implicazioni di un’acquisizione così massiccia, Sony ha colto l’occasione per fare un altro salto alla società di Redmond.

Di recente, il regolatore del Regno Unito ha espresso le sue preoccupazioni sulla concorrenza leale se l’accordo dovesse andare a buon fine, il che ha spinto Phil Spencer di Xbox a ribadire che Call of Duty rimarrà multipiattaforma per il prossimo futuro. Sony ha contestato questo, dicendo che l’accordo su questo era inadeguato. Come riportato da GamesIndustry, le autorità di regolamentazione nel Regno Unito e nell’UE ora esamineranno ulteriormente i piani di Microsoft, poiché l’azienda non ha mai risposto alle sue preoccupazioni iniziali.

Sony, nel frattempo, ha rilasciato a GamesIndustry una nuova dichiarazione in merito. La società “accoglie con favore l’annuncio” dell’indagine, affermando che dare a Microsoft il controllo di Activision e dei suoi giochi “avrebbe importanti implicazioni negative per i giocatori e il futuro dell’industria dei giochi”. La dichiarazione continua: “Vogliamo garantire che i giocatori PlayStation continuino ad avere un’esperienza di gioco della massima qualità e apprezziamo l’attenzione del CMA sulla protezione dei giocatori”.

In altre parole, Sony è contenta che l’accordo sia coinvolto in così tanta burocrazia e questa dichiarazione pubblica rende la sua posizione perfettamente chiara. Ovviamente, franchise come Call of Duty sono enormi per PlayStation, quindi il titolare della piattaforma non vorrebbe mai perderne l’accesso, quindi più a lungo si tiene questa fusione, meglio è.

Cosa ne pensi di tutto questo? Dicci nella sezione commenti qui sotto.