Categorie

The Last of Us PS5 Remake è meticolosamente costruito e realizzato, non un guadagno in contanti

The Last of Us PS5 Remake è meticolosamente costruito e realizzato, non un guadagno in contanti

Si è discusso molto sulla necessità di The Last of Us: Part I, l’imminente remake del seminale survival horror di Naughty Dog. Questa discussione forse non è stata aiutata dal confronto fianco a fianco delle cut-scene pre-renderizzate dell’originale PS3 con i filmati in tempo reale della versione PS5. Dobbiamo ancora vedere il gameplay, ovviamente, ed è qui che emergeranno le vere differenze.

Ma l’animatore cinematografico Robert Morrison – che ha contribuito al progetto e da allora si è trasferito alla Sony Bend – lo ha fatto affermazioni confutate che il gioco è solo una “presa di denaro”. Egli ha detto: “In realtà è il progetto più meticolosamente costruito e realizzato che abbia mai visto o di cui abbia fatto parte in tutta la mia carriera. Il massimo livello di cura e attenzione ai dettagli possibile.” Morrison ha lavorato a giochi come God of War, Injustice 2 e Resident Evil 7: Biohazard, quindi è un grande elogio.

Naughty Dog dovrà alzare un po’ di più il sipario su questo progetto nelle prossime settimane, dato che il gioco uscirà il 2 settembre e dobbiamo ancora vedere come sarà il gameplay. Fortunatamente, ci aspettiamo che la macchina di marketing di Sony entri in overdrive nelle prossime settimane: dovrebbero essere un paio di mesi entusiasmanti per i fan di The Last of Us.