Categorie

Xbox Cloud Gaming aggiunge Fortnite al suo servizio

Xbox Cloud Gaming aggiunge Fortnite al suo servizio
Gioco su cloud per Xbox

Xbox Cloud Gaming è stato un enorme successo per Microsoft e ora aggiunge al servizio il suo primo titolo free-to-play sotto forma del popolare gioco battle royale Fortnite. In un aggiornamento condiviso oggi, Catherine Gluckstein, Vice President e Head of Product di Xbox Cloud Gaming, ha condiviso alcune informazioni sulla crescita e sul successo del servizio di cloud gaming nell’ultimo anno e mezzo.

Gluckstein ha rivelato che, come risultato diretto dell’investimento di Xbox nel cloud, il loro servizio di gioco ovunque è davvero decollato, raggiungendo un vasto pubblico di persone in tutto il mondo. Secondo il rapporto, finora oltre 10 milioni di persone in tutto il mondo hanno trasmesso in streaming giochi tramite Xbox Cloud Gaming (Beta) come parte di Xbox Game Pass Ultimate. Questa è una cifra piuttosto impressionante e Microsoft è chiaramente impegnata ad espandere ulteriormente la sua portata con l’aggiunta di giochi free-to-play come Fortnite.

Questa mossa significa che il servizio di cloud gaming offrirà l’opportunità a coloro che non sono abbonati a Xbox Game Pass Ultimate di godersi titoli free-to-play. Significa anche che i giocatori che non fanno ancora parte dell’ecosistema Xbox avranno accesso ai giochi free-to-play tramite un dispositivo iOS, telefono o tablet Android o PC Windows tramite browser web. “Questo è solo l’inizio per noi”, afferma Gluckstein, “impareremo, implementeremo feedback e, col tempo, cercheremo di portare ancora più titoli free-to-play ai giocatori attraverso il cloud”.

La crescita e l’espansione di Xbox Cloud Gaming sono ulteriormente dettagliate nell’aggiornamento, che rivela che il servizio è ora iniziato a essere implementato su Steam Deck, così come su tutte le altre piattaforme su cui può essere attualmente utilizzato. È evidente che il futuro dei giochi basati su cloud sembra sicuramente roseo e che Microsoft sta facendo grandi passi avanti nel rendere i giochi più accessibili a tutti.

Fonte