Categorie

Xbox sulle acquisizioni: l’ultima cosa che vogliamo fare è togliere i giochi da PS5, PS4

Xbox sulle acquisizioni: l'ultima cosa che vogliamo fare è togliere i giochi da PS5, PS4

Microsoft, che sta ancora navigando meticolosamente attraverso la burocrazia legale richiesta per sigillare l’acquisizione di Activision Blizzard, ha insinuato ancora una volta che non renderà esclusivi i giochi dell’editore. All’inizio dell’anno, era molto chiaro che “grandi titoli come Call of Duty continueranno ad essere disponibili su Sony PlayStation”. Ha anche suggerito di voler espandere gli orizzonti per detti marchi, deducendo che alcuni titoli potrebbero arrivare anche su Nintendo Switch.

Come parte di un briefing con i media, è stato ribadito quel punto: “Se acquisiamo un gioco che viene fornito con una grande comunità su un certo numero di piattaforme, l’ultima cosa che vogliamo fare è portare via qualcosa”, ha dichiarato Matt Booty, pezzo grosso di Xbox Game Studios . “Semmai sentiamo che è nostro compito essere custodi, essere pastori, continuare a costruire e coltivare quella comunità, non farla a pezzi e cercare di portarne via un po’”.

Ovviamente, l’avvertenza qui è che si potrebbe sostenere che esistono grandi comunità PlayStation per, ad esempio, The Elder Scrolls, ma Microsoft ha insinuato che il prossimo capitolo di quella serie sarà esclusivo, ogni volta che arriverà effettivamente. Lo stesso, in misura minore, si potrebbe dire di Hellblade – il cui originale è uscito prima su PS4, prima di arrivare su altre piattaforme. Il suo successore, tuttavia, sarà esclusivo di Xbox Series X|S.

Quindi sembra che, mentre ci sarà una continuazione dei giochi di Activision Blizzard su PlayStation, sarà tutto alle condizioni di Microsoft. Il che ha senso, dato che sta spendendo quasi $ 70 miliardi per l’editore, ma è ancora potenzialmente un po’ un peccato per coloro che preferiscono giocare su PS5 e PS4. Un nuovo gioco di Crash Bandicoot, ad esempio, arriverà sulle console di Sony? Sulla base dei commenti di Booty sulle “grandi comunità”, supponiamo di sì, dato che il personaggio era in precedenza la mascotte della PS1, ma è ancora molto in sospeso, vero?